FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Foggia, un solo candidato sindaco a Lesina ma manca il quorum: elezioni da rifare

Vince dunque il "partito dellʼastensione". Lʼaffluenza si è fermata al 49,01%: per soli 58 voti il leghista Primiano di Mauro non diventerà primo cittadino

referendum 2020 elezioni seggi

Per soli 58 voti non è stato raggiunto il quorum a Lesina (Foggia), che quindi non avrà il suo sindaco e dovrà tornare al voto. Oltre che per il referendum e le regionali, nel Comune si votava anche per il rinnovo del consiglio comunale. Alle elezioni si è presentata una sola lista di centrodestra con un solo candidato alla fascia tricolore: Primiano Leonardo Di Mauro, esponente della Lega e a capo della civica "Lesina Azzurra".

Affinché la votazione fosse valida, avrebbe dovuto recarsi alle urne il 50% più uno dei 5.746 elettori. L'affluenza è stata del 49,01%, pertanto si tornerà a votare per il rinnovo del consiglio comunale, probabilmente nella prossima primavera.

 

Matteo Salvini e la Lega davano per certa. Già alle 23 di domenica sera si era osservato uno scarto di quasi sette punti percentuali tra l'affluenza per il referendum (38,35%) e le comunali (31,6%). In pratica 388 persone non avevano ritirato la scheda delle elezioni amministrative. Alla chiusura definitiva dei seggi l'affluenza per il referendum si è attestata sul 60,52% e sul 52,99% per le regionali.

 

A Lesina vince dunque il "partito dell'astensione", promosso dai due grossi comitati "L'Altra Lesina" e "No Quorum" che non sono stati in grado di comporre una lista per combattere ad armi pari, ma che in compenso hanno invitato i cittadini a non ritirare la scheda delle comunali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali