FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scollatura al consiglio regionale di Sardegna, bufera su Desirè Manca (M5s): "Sono me stessa"

Il body vedo-non-vedo sotto il tailleur, nel giorno dellʼinsediamento, ha innescato polemiche sulla capogruppo dei Cinquestelle, che si difende: "Giudicatemi per il mio lavoro"

Scollatura al consiglio regionale di Sardegna, bufera su Desirè Manca (M5s): "Sono me stessa"

"Sono me stessa, giudicatemi per il mio lavoro". Si difende così Desirè Manca, capogruppo di M5s in Sardegna, dagli attacchi alla sua mise, ritenuta poco istituzionale nel giorno dell'insediamento del consiglio regionale sardo. Un body vedo-non-vedo sotto un tailleur blu elettrico mostrava una generosa scollatura. I foto e i video postati su Facebook hanno fatto il resto. Così la consigliera cinquestelle è corsa ai ripari. "Desirè è questa - si giustifica a L'Unione sarda. - E' la donna che vedete e non sarà certo un'aula istituzionale a cambiarne la personalità".

Chi è Desirè MancaNon è la prima volta che Desirè Manca fa parlare di sé. Aveva già sollevato polemiche una sua foto con una scultura di Mussolini. Questa volta è finita nell'occhio del ciclone alla prima seduta del nuovo Consiglio regionale di Sardegna, il primo nella storia dei cinquestelle.

Sassarese, 46 anni, diploma di ragioniera, separata e madre di un ragazzo diciottenne, - come riferisce Il Messaggero - ha lavorato in aziende dell'assistenza geriatrica e delle telecomunicazioni; dal 2014 è stata all'opposizione in consiglio comunale a Sassari.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali