FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Salvini: "Viaggio a Mosca? Non è certo che andrò, ma prima informerei Draghi" | Di Maio: "Consiglio prudenza, non è tour estivo"

Fonti della Farnesina: "Noi non siamo a conoscenza di alcun viaggio". Il segretario Pd Letta attacca: "Mi stupisce che questa iniziativi arrivi così tardi, perché va dove naturalmente gli batte il cuore fin dall'inizio"

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è tornato a parlare del suo viaggio a Mosca nei prossimi giorni.

"Non è certo che andrò", ha puntualizzato. Del resto negli stessi ambienti leghisti, già nelle prime ore successive all'indiscrezione, si spiegava che comunque "era ancora tutto da decidere", essendo ancora "un'ipotesi di lavoro". L'iniziativa, malgrado non sia stata dunque formalizzata, sarebbe stata accolta però con una certa

freddezza in ambienti di governo

. Non a caso fonti della Lega hanno fatto sapere che "qualora l'eventualità diventasse più concreta, Salvini informerà il premier Draghi".

 


"Se creo divisioni, sto con i miei figli"

 - "Viste le reazioni isteriche soprattutto della sinistra: avere insulti, minacce e attacchi per una missione di pace fa riflettere. Se devo creare divisioni sto con i miei figli", ha detto Salvini da Parma. "Non essendo un viaggio di piacere, ma un viaggio in una zona di guerra, se si aggiunge il coro di sottofondo di Letta, Meloni, Renzi, Calenda e degli intellettuali radical chic che preferiscono le armi e il conflitto, vediamo se ci sono le condizioni: per la pace sono disposto a tutto, a incontrare tutti".


 


"Per la pace vado a Kiev o a Mosca a piedi"

- "Siamo entrati nel quarto mese di guerra e a questo punto se andiamo avanti a mandare le armi per altri 6 mesi la guerra non finisce più: è il momento di parlare di pace, di lavorare per la pace. Bisogna fare tutto il possibile per fermare questa guerra. Se c'è bisogno di andare a piedi a Kiev o a Mosca per portare parole di pace, io lo faccio", ha affermato Salvini nel corso di un evento elettorale a Erba, nel Comasco.


 



Seconda iniziativa dopo quella (flop) in Polonia

- Se questa missione dovesse andare in porto, a pochi giorni dalle amministrative, si tratterebbe della seconda iniziativa diplomatica dopo quella sfortunata dell'8 marzo. In quella occasione Salvini venne contestato alla stazione Przemysl, la cittadina polacca ad una decina di chilometri al confine con l'Ucraina, dal sindaco della città Wojciech Bakun che prima ringraziò l'Italia, quindi, davanti alle telecamere, mostrò una maglietta con il volto di Putin. E rivolgendosi a Salvini disse: "Io non la ricevo, venga con me al confine a condannarlo".


 


Polonia, il sindaco di Przemysl non riceve Salvini per la maglietta di Putin | La replica: "Sono qui per aiutare"


 


Nessun commento da Palazzo Chigi

- Nessun commento da Palazzo Chigi, anche se in ambienti di governo questa ipotesi non sembra essere stata accolta con grande favore. Gli stessi ambienti osservano che, se la visita dovesse realizzarsi, si tratterebbe di una iniziativa autonoma, dal vago sapore elettoralista, comunque distinta dai canali ufficiali, che in ultima analisi potrebbe creare qualche intralcio all'iniziativa diplomatica. "No, non ci è stata fatta alcuna comunicazione, non siamo a conoscenza di alcun viaggio", trapela da fonti della Farnesina.


 


Letta: "Salvini a Mosca? Va dove gli batte cuore"

- La possibile visita di Salvini a Mosca non sorprende il segretario del Pd, Enrico Letta, che al contrario si aspettava avvenisse prima. "Mi stupisce arrivi così tardi perché va dove naturalmente gli batte il cuore fin dall'inizio. Evidentemente lo considera un luogo dove andare", ha detto Letta da Como ribadendo che il Pd "sostiene il governo Draghi per la pace. Iniziative strampalate alla Salvini non hanno alcuna utilità. Servono a lui per ritrovare la sua identità", ha concluso.


 


Di Maio: "Consiglio a Salvini prudenza, non è tour estivo"

 - "Se si parla con Putin, con Putin ci parla Draghi. Consiglio molta prudenza. Andare a Mosca è una cosa complicata. Ognuno di noi quando fa un'azione del genere rappresenta tutto il Paese". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, aggiungendo che "non è un tour estivo". Di Maio ha poi confermato che il governo non era stato preventivamente avvertito di tale intenzione.


 



TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali