FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pensioni, Di Maio: "Quota 100 non solo per il 2019" | Savona: "Rimanderemo la Manovra identica a Bruxelles"

Sulla legge di Bilancio, il vicepremier ha assicurato che lʼesecutivo ha la volontà di "abbattere il debito". Il ministro per gli Affari europei attacca la Bce: "Dovrebbe intervenire per stabilire lo spread"

"Questa cosa che quota 100 varrà per un solo anno non so dove se le siano inventata. Quota 100 è una misura strutturale, perché se abbiamo promesso di superare la Fornero sulle pensioni, la Fornero si supera ogni anno e non solo l'anno prossimo". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, che sulle coperture ha precisato: "Nei prossimi giorni avrete tutti i dettagli".

Parlando poi della Manovra, Di Maio ha spiegato che l'esecutivo ha la volontà di "abbattere il debito puntando sugli investimenti, sulle persone e sulle imprese, non tagliando i diritti delle persone come è stato imposto all'Italia in passato. Questa manovra è stata scritta a Roma, non a Bruxelles".

"Come abbiamo già detto siamo disposti al confronto e al dialogo con la Commissione europea, ma vorrei che, durante questo dialogo, Moscovici si ricordasse delle sue parole quando era ministro e si rendesse conto che ciò che vale per la Francia non può non valere per l'Italia. Siamo entrambi due Paesi fondatori e siamo entrambi due Paesi sovrani. Sì al dialogo, ma noi andiamo avanti, Moscovici, come lui stesso ammette, al mio posto, farebbe lo stesso".

Il ministro Savona: "Rimanderemo la manovra identica a Bruxelles" - Il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona, sostiene con fermezza l'atteggiamento del governo sulla Manovra e ribadisce: "Non c'è alcun dubbio, l'esecutivo rimanderà la legge di Bilancio tale e quale a Bruxelles, nonostante la bocciatura". E sul presidente della Bce, Mario Draghi, che invita al dialogo, replica: "Ognuno si assuma le proprie responsabilità". Per Savona infatti dovrebbe essere l'Eurotower a intervenire sullo spread. Il ministro sostiene che "avendo fatto l'unione bancaria, dovrebbe essere l'istituto deputato a mantenere la stabilità delle banche". E invece non è così: "Dobbiamo risolvere questo problema: non possiamo avere un'istituzione che avoca a sé i poteri di controllo delle banche, avoca a sé i poteri monetari e non svolge quelle funzioni tipiche che una banca centrale, compresa la Banca d'Italia, ha sempre svolto in Italia. Vi sono incongruenze che vanno affrontate".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali