FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mes, Salvini: "Conte ha firmato senza permesso? Si dimetta"

Il leader della Lega attacca di nuovo il presidente del Consiglio e sottolinea che "il meccanismo europeo di stabilità ruba ai poveri per dare ai ricchi". Ferma la risposta del presidente del Consiglio: "Lʼesecutivo andrà avanti"

matteo salvini, giuseppe conte, senato

"Se hai firmato qualcosa che non avevi il permesso di firmare dimettiti e chiedi scusa perchè con i risparmi degli italiani non si scherza. Per questo ho convocato Conte lunedì". Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini a proposito del Mes, intervenendo a Portoferraio (Livorno) all'Isola d'Elba. "Lunedì non ci sarà alcuna battaglia, è una informativa doverosa al Parlamento da parte del presidente del Consiglio", ha affermato Conte.

L'ex ministro ha poi aggiunto che "il Mes ruba ai poveri per dare ai ricchi. Ruba i soldi ai risparmiatori italiani per finanziarie le banche tedesche. Sono i Paesi che stanno meglio che dovrebbero aiutare quelli che stanno peggio".

 

Il premier Conte non teme le polemiche nate intorno alla questione Mes e sottolinea che la tenuta dell'esecutivo non è a rischio. "Ogni volta, a ogni passaggio un po' delicato - ha dichiarato - si ragiona sempre del rischio del governo. Questo governo andrà avanti per un motivo semplice: perché il Paese ha tante urgenze, ha tanti problemi anche strutturali da risolvere".

 

Sulla vicenda è intervenuto anche Luigi Di Maio che, in diretta Facebook, ha spiegato che "il Mes, come tanti altri trattati, ha bisogno di molti miglioramenti. Non possiamo pensare di firmare al buio trattati come il Mes, che è solo una parte del pacchetto. Ci sono anche l'Unione bancaria e l'assicurazione sui depositi".

 

"Quando avremo letto tutto - ha continuano il ministro degli Esteri - potremo verificare se il pacchetto convenga all'Italia oppure no. Secondo me, è sano per l'Italia non accelerare in maniera incauta, ma difendere i propri interessi, aspettare la fine dei negoziati anche su tutti gli altri aspetti del pacchetto. C'è un negoziato in corso, è bene che proseguano con l'Italia torni protagonista. D'altra parte c'è stato un cambio di governo e la nuova maggioranza ancora non si è mai espressa". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali