FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Manovra, nessun risarcimento potrà essere chiesto agli orfani di femminicidio

Si esclude quindi che i figli possano "ereditare" debiti, anche nei confronti dellʼInps, di un genitore "autore di un delitto di omicidio contro il coniuge"

Inps pensioni anziani

Nessuna richiesta di risarcimento, né di crediti vantati dallo Stato, sarà più a carico degli orfani di femminicidio, purché estranei ai delitti in famiglia. Lo prevede un emendamento alla Manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. Di recente ha suscitato polemiche la richiesta, da parte dell'Inps, di un risarcimento ai parenti di due ragazzine, rimaste orfane dopo che il padre, prima di suicidarsi, aveva ucciso la madre. 

Si esclude quindi che i figli possano "ereditare" debiti, anche nei confronti dell'Inps, di un genitore "autore di un delitto di omicidio contro il coniuge" anche separato o divorziato, o contro il compagno convivente o parte di unione civile.

 

M5s: "Tutela a orfani femminicidio risposta tempestiva e doverosa" "Approvato il subemendamento alla legge di Bilancio che tutela da ogni forma risarcitoria diretta tutti gli orfani di femminicidio. Una risposta tempestiva e quanto mai doverosa al caso che riguarda le figlie di Cristina Biagi, uccisa dal marito nel 2013". Lo scrive in una nota la senatrice M5s, Susu Matrisciano. "Abbiamo trovato un'ottima soluzione - aggiunge -. Le spese saranno coperte da un fondo già esistente presso il ministero dell'Interno per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso, delle richieste estorsive, dell'usura e dei reati intenzionali violenti nonché agli orfani per crimini domestici".  
 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali