FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Le Sardine chiudono a CasaPound: "Le nostre piazze sono antifasciste" 

Il leader romano aveva invitato in piazza anche i "fascisti del Terzo Millennio", apertura raccolta da Simone Di Stefano che aveva annunciato di esserci. Poi la rettifica del movimento con un post dei fondatori: "Né con loro né con Forza Nuova. Né ora, né mai"

"Le piazze delle Sardine si sono fin da subito dichiarate antifasciste. Nessuna apertura a CasaPound, né a Forza Nuova. Né ora né mai".  I fondatori del movimento hanno dovuto ufficializzare la loro posizione a scanso di equivoci dopo la stravagante apertura ai "fascisti del terzo millennio" da parte del leader romano Stephen Ogongo, che aveva invitato tutti a manifestare a Roma il 14 dicembre: "Per me chiunque vuol scendere in piazza è il benvenuto". 

Gli attivisti sono rimasti spiazzati, soprattutto dopo l'adesione di CasaPound che, attraverso il suo leader, Simone Di Stefano, ha confermato di accettare l'invito: "L'apertura del leader delle Sardine di Roma stupisce ma va nella direzione del dialogo e noi da sempre ci confrontiamo con tutti - spiega il capo di CPI - . Al momento le Sardine sinceramente mi sembrano un contenitore vuoto e manovrato dalla sinistra ma noi siamo pronti ad andare in piazza, senza bandiere e porteremo le nostre idee. Ma sia chiaro 'Bella Ciao' non la cantiamo". 

 

Troppo, veramente troppo per il popolo delle Sardine. Migliaia i messaggi di protesta e di sgomento sulle pagine ufficiali, fino a quando non è arrivata la smentita dal gruppo bolognese, il fondatore: "Dal 14 novembre scorso centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza proprio contro quei partiti che con le idee e il linguaggio dei gruppi neofascisti e neonazisti flirtano in maniera neanche troppo nascosta - si legge su Facebook - Stephen Ogongo ha commesso un’ingenuità".

 

"Ci dispiace - si legge ancora -  che il concetto di apertura delle piazze sia stato travisato e strumentalizzato, ma non stupisce. Rammarica che questo fraintendimento sia cavalcato da più parti. Ma è giusto dare una risposta netta. Le sardine sono antifasciste. Le sardine continueranno a riempire le piazze. Si decida da che parte stare. Noi lo abbiamo già fatto". 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali