FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Governo, Giorgetti: "Conte vuole una rottura traumatica"

Per il sottosegretario leghista "Non cʼè più un governo, e per noi è naturale e scontato andare alle elezioni"

Governo, Giorgetti: "Conte vuole una rottura traumatica"

"Mi sembra di aver capito che Conte non si voglia dimettere, ma voglia andare a una conta in aula e questa è una rottura traumatica". Così il leghista Giancarlo Giorgetti, parlando della crisi di governo. "A questo punto - ha quindi aggiunto - una separazione consensuale era la cosa più ragionevole".

"Adesso - ha aggiunto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio - vedo che volano un po' di stracci e mi dispiace. Penso che Salvini abbia chiesto a Conte di chiudere in bonis questa avventura", invece andare in Parlamento è una "rottura traumatica perché significa che c'è un voto, c'è una spaccatura certificata".

Giorgetti ha quindi spiegato che a chiedere il ritorno alle urne "non è né Salvini né il Pd né il M5S, ma è semplicemente il buon senso. Siccome non c'è più un governo, quanto prima o se ne fa un'altro o si fanno le elezioni. A noi sembra naturale e scontato andare a nuove elezioni". Per l'esponente leghista, in conclusione, "bisogna prendere atto della situazione e dare la palla al presidente della Repubblica".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali