FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Governo, Di Maio: "I partiti hanno voluto rifiutare il cambiamento, ora al voto"

Amarezza del leader del M5s: "Potevamo realizzare cose di buon senso, ci abbiamo provato per 55 giorni". Fico: "La situazione è sotto gli occhi di tutti". Bernini (Fi): "Si rispetti la volontà popolare"

Governo, Di Maio: "I partiti  hanno voluto rifiutare il cambiamento, ora al voto"

Revisione del Jobs Act e della legge Fornero, centri per l'impiego e pensione di cittadinanza "sono tutte cose che eravamo pronti ad inserire nel contratto di governo per cambiare l'Italia" ma "sono cose che i partiti che oggi vi riempiranno di auspici e moniti si sono rifiutati di fare perché hanno preferito tenersi Berlusconi e Renzi piuttosto che cambiare tutto. Al voto il prima possibile!". Così Luigi Di Maio su Fb in occasione del 1 Maggio.

Il leader del M5s porta avanti l'appello di qualche ora fa sul voto anticipato dopo aver incassato ripetute porte in faccia dagli altri partiti: "Sono cose di buon senso che si potevano realizzare - prosegue amareggiato a proposito della riforma del lavoro - e noi ci abbiamo provato per 55 giorni con tutte le nostre forze". Una delusione che traspare anche dalle parole del presidente della Camera, Roberto Fico: "La situazione è sotto gli occhi di tutti. I tentativi sono andati così come avete visto, ora tocca al presidente Mattarella. Io ho piena fiducia in lui". E a chi gli chiedeva su cosa fare della legge elettorale: "Vedremo... Ora c'è il problema del governo".

Governo che non decolla e che offre l'occasione a Forza Italia per ribadire la loro posizione: "Dopo questi due mesi in cui non si è riusciti a far decollare neppure un'ipotesi di governo - dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato - occorre a nostro parere imprimere una svolta realistica e fattibile alla complessa situazione politica. Perdurando, come appare anche oggi dalle dichiarazioni di Di Maio e soci, veti e egoismi personali che prescindono dal rispetto della volontà degli elettori, restiamo convinti che bisogna invece partire proprio dal risultato delle politiche che ha assegnato la prima posizione al centrodestra unito". E anche questa volta ci si affida al saggio capo dello Stato: "Confidiamo nell'esperienza e nel senso dello Stato del Presidente Mattarella che saprà trovare una strada rispettosa del volere popolare"

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali