FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Colle: niente elezioni a giugno, meglio opzione governo di tregua

Per il presidente Mattarella bisogna approvare la Finanziaria e magari apportare modifiche al Rosatellum

Colle: niente elezioni a giugno, meglio opzione governo di tregua

Dopo oltre 50 giorni di nulla di fatto, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è ancora alla ricerca di una soluzione per dare un governo al Paese. Dal Colle trapela un giudizio negativo sul tornare al voto, come chiesto dal leader M5s Di Maio, e si lavorerà nei prossimi giorni a favore della formazione di un "governo di tregua". Un esecutivo per arrivare alla fine dell'anno e permettere l'approvazione della Finanziaria.

Il Capo dello Stato spingerebbe, vista l'impossibilità di trovare altre soluzioni condivise, per un "governo elettorale" per riandare a elezioni tra fine settembre e gli inizi di ottobre. Il presidente Mattarella sa benissimo che senza un accordo di tutti sarà impossibile chiedere a Paolo Gentiloni di restare a palazzo Chigi. Serve quindi un nuovo esecutivo, in ogni caso. Anche per questo il capo dello Stato dovrà sondare le forze politiche e, in mancanza di un accordo, dovrà spendersi in prima persona.

Il Colle opterebbe per un governo di tregua per arrivare al 2019 e tentare una riforma del Rosatellum. Un governo che potrebbe quindi trasformarsi strada facendo in "elettorale", inviandolo in ogni caso alle Camere dove le forze politiche sarebbero costrette pubblicamente a dare o non dare la fiducia.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali