FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Di Maio: "Reddito di cittadinanza andrà ai residenti in Italia da almeno 10 anni"

Il vicepremier, ospite di Nicola Porro a "Quarta Repubblica", spiega che "sarà su carta elettronica. Lʼideale sarebbe sulla tessera sanitaria"

Di Maio: "Reddito di cittadinanza andrà ai residenti in Italia da almeno 10 anni"

"Il reddito di cittadinanza andrà ai residenti da almeno 10 anni in Italia e sarà messo su carta elettronica". Lo annuncia il vicepremier Luigi Di Maio a "Quarta Repubblica" su Rete4, precisando che "l'ideale sarebbe usare la tessera sanitaria con il chip". La scelta della carta elettronica, spiega, è "perché questi soldi si devono spendere presso gli esercizi commerciali italiani per far crescere l'economia e limitare le spese fuori dall'Italia".

"Prossime elezioni europee saranno un terremoto" - "Le prossime elezioni europee saranno un altro terremoto con lo scorso 4 marzo in Italia. Ho visto i sondaggi in tutti i paesi europei ed ovunque ci sono forse politiche che chiedono più sicurezza e più margini di bilancio", ha aggiunto il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico Di Maio.

"Sicuro che alla fine l'Ue dirà di sì alla Manovra" - Parlando della Manovra, Di Maio si è detto sicuro che alla fine ci sarà il via libera dell'Europa. "La mia idea è che dobbiamo dialogare al massimo con l'Ue e sono sicuro che l'Ue ci dirà di sì". E ha assicurato: "Non voglio andare allo scontro. Comunque - ha puntualizzato Di Maio - a maggio la Commissione che c'è oggi non ci sarà più, le elezioni europee saranno un altro terremoto come quello che c'è stato in Italia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali