FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, è morta l'ex senatrice Lidia Menapace | Zingaretti: "Esempio umano e politico"

Era ricoverata nel reparto di malattie infettive dellʼospedale di Bolzano. Fu staffetta partigiana e militante femminista e pacifista


IPA

E' morta Lidia Menapace, ex senatrice e attivista del movimento pacifista e femminista. La Menapace aveva 96 anni e da alcuni giorni era ricoverata per Covid nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Bolzano. E' stata nel 1964 la prima donna eletta in consiglio provinciale a Bolzano e la prima donna in giunta provinciale. Dal 2006 al 2008 è stata senatrice di Rifondazione comunista. Zingaretti: "Esempio umano e politico, ci mancherà".

Staffetta partigiana e senatrice - Nata a Novara il 3 aprile del 1924, Lidia Menapace è stata staffetta partigiana, pacifista, femminista militante, senatrice della Repubblica dal 2006 al 2008. Da giovanissima prende parte alla Resistenza e nel 1969 è tra le fondatrici de Il Manifesto.

 

Nel 1964 è stata la prima donna eletta nel consiglio provinciale di Bolzano, insieme a Waltraud Gebert Deeg. In quella stessa legislatura fu anche la prima donna a entrare nella giunta provinciale, come assessora effettiva per Affari sociali e Sanità. A un passo dall'essere eletta presidente della Commissione Difesa del Senato, le venne preferito (11 voti contro 13) Sergio De Gregorio. 

Il cordoglio dell'Anpi nazionale e del sindacato - "E' un lutto per l'Anpi, è un lutto per il Paese. Ciao Lidia, partigiana della democrazia, della pace, dell'uguaglianza, dei diritti delle donne, cioè dell'umanità. Resterai nella coscienza e nell'impegno di tutte e tutti noi". Così Gianfranco Pagliarulo, presidente nazionale Anpi, commenta la scomparsa di Lidia Menapace.

 

"Lidia Menapace ha vissuto da protagonista le stagioni delle lotte operaie e dei movimenti studenteschi, è stata voce del femminismo e delle mobilitazioni pacifiste e per l'ambiente. E` parte della nostra storia. Compagna Lidia, ci mancherai". Ad affermarlo è Francesca Re David, leader della Fiom-Cgil

La politica in lutto - "Lidia Menapace ha insegnato a intere generazioni cosa significa lottare per la libertà. Dall`esperienza partigiana, nella lunga militanza politica e sociale non ha mai fatto mancare la sua voce libera e il suo impegno per una comunità più giusta per donne e uomini. Una lunga vita di esempio umano e politico. Ci mancherà la sua voglia di continuare a cambiare il mondo". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Nicola Zingaretti

 

"Piango la scomparsa di Lidia Menapace, che per me è stata esempio di resistenza e lotta tenace per i diritti delle donne e di ogni persona". Lo dichiarava Monica Cirinnà, senatrice e responsabile Diritti del Pd. "Non ha mai avuto paura di parlare, di esserci, di assumere posizioni di avanguardia, scomode per i più: dalla difesa della scelta di non avere figli, alla battaglia per i diritti delle prostitute, fino a intercettare le istanze dei movimenti degli ultimi anni, Menapace c'era, sempre - conclude Cirinnà. - In questo esserci, in questo parlar chiaro, riposa per me il suo esempio, che da oggi diventa memoria e continua a ispirare l'azione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali