FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Carige, il Pd attacca Conte per un possibile conflitto dʼinteressi | La replica del premier: "Unʼassurdità"

Nel mirino i rapporti del presidente del Consiglio con il giurista Guido Alpa, già consigliere di Carige, e con Raffaele Mincione, azionista della banca

Le misure del governo per assicurare liquidità a Carige e preparare la via - in caso di fallimento del salvataggio privato - a un intervento dello Stato in stile Mps, scatenano la contraerea delle opposizioni sulla Lega e sul M5s. Nel turbine della polemica finisce anche il premier Conte, accusato dal Pd di conflitto di interessi per i rapporti con il giurista Guido Alpa, già consigliere di Carige, e con Raffaele Mincione, azionista della banca.

Accuse bollate come "un'assurdità" da Conte che - ricordano da Palazzo Chigi - non ha mai avuto "uno studio professionale associato" con Alpa" né ha mai "incontrato o conosciuto" Mincione, limitandosi a fornire un parere legale a una societa' di cui era socio e presidente.

"In questo momento non parliamo di salvataggio di Carige, confidiamo che la logica di mercato e che gli azionisti possano ricapitalizzare", afferma Conte a Porta a Porta. "Lo Stato ha offerto una garanzia per nuovi bond perché si è creato uno stallo, per traghettare questo momento. E' un salvagente temporaneamente offerto ma confidiamo che la Carige possa attraversare questo momento. Se questo non arriverà, non intendiamo usare soldi dello Stato".

A scatenarsi è soprattutto il Pd, seguito dalle opposizioni, che rinfaccia al governo di aver utilizzato lo scudo di 20 miliardi messo a punto dal governo Gentiloni nel 2016. Ma i malumori serpeggiano anche tra i 5 Stelle dove Gianluigi Paragone non esita a definirsi "incazzato" e parla di rischio "autogol". "Sono bastati dieci minuti di una riunione notturna del Consiglio dei ministri per smentire cinque anni di insulti e menzogne contro di noi. Matteo Salvini e Luigi Di Maio devono solo vergognarsi", apre il fuoco l'ex premier Matteo Renzi. "Di Maio e Salvini dovrebbero riconoscere che hanno fatto la stessa cosa che abbiamo fatto noi", incalza Maria Elena Boschi.

"Mentre Renzi e Boschi i risparmiatori li hanno ignorati e dimenticati, noi siamo intervenuti subito a loro difesa senza fare favori alle banche, agli stranieri o agli amici degli amici" la replica di Salvini."Quante balle dei giornali, di Renzi e della Boschi sulle banche!", s'indigna Di Maio, che esclude un bis delle venete (svendute "a due euro") e di Etruria ("perché salviamo tutti gli obbligazionisti e correntisti"). Se lo Stato dovesse ricapitalizzare, Carige verra' "nazionalizzata". dice. Replicando quanto fatto dal Pd con Mps, di cui il Tesoro ha rilevato per 5,4 miliardi il 68%, quota valutata oggi dalla Borsa 4,2 miliardi in meno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali