FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Camera, Fico: pronto taglio ai vitalizi, sforbiciata a più di 1.300 assegni

Il ricalcolo potrebbe portare risparmi di 40 milioni di euro allʼanno. Gli ex deputati minacciano una class action contro lʼufficio di presidenza e la presidente del Senato Casellati frena: "Serve una soluzione condivisa"

Camera, Fico: pronto taglio ai vitalizi, sforbiciata a più di 1.300 assegni

Dopo molti annunci, la delibera per il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari approda sul tavolo dell'ufficio di presidenza della Camera. Il presidente di Montecitorio Roberto Fico intende "sforbiciare" 1.338 assegni che ricevono gli ex deputati nonostante le polemiche e le minacce di ricorsi e class action da parte dei diretti interessati. Il vicepremier Luigi Di Maio ha definito questi ricorsi "uno schiaffo alla miseria".

"Tagli dal 40 al 60%" - "E' tra i principali obiettivi della legislatura", ha ribadito Fico. Per il via libera alla Camera si dovrà attendere ancora qualche giorno, mentre al Senato, la pratica è in stand-by perché Elisabetta Casellati sarà in missione all'estero per l'intera settimana. "Per la maggioranza dei casi", ha spiegato Fico, il taglio sarà "dal 40 al 60%".

"Si risparmieranno 40 milioni di euro all'anno" - "Per costruire questa proposta - ha annunciato il presidente della Camera - abbiamo collaborato con Inps e Istat, in modo da definire il ricalcolo secondo il metodo contributivo nel modo più preciso: gli ex parlamentari riceveranno quanto hanno versato. In questo modo eliminiamo un'ingiustizia. Non solo, dal ricalcolo dei vitalizi potremo risparmiare circa 40 milioni di euro all'anno. Significa 200 milioni di euro a legislatura". Per evitare situazioni limite si sarebbe valutata l'ipotesi di introdurre una clausola di salvaguardia che eviti di penalizzare eccessivamente alcune posizioni. Lo strumento legislativo che verrà usato sarà una delibera e non una legge, cosi' come accaduto in passato.

La reazione delle forze politiche - Non tutti i partiti hanno ancora stabilito quale posizione assumere: il Pd sarebbe intenzionato a non opporsi pur manifestando alcune perplessità di merito e metodo mentre Forza Italia prende tempo.

Ex parlamentari: "Class action contro Fico" - L'Associazione degli ex parlamentari ha inviato a tutti i membri dell'Ufficio di presidenza della Camera una diffida stragiudiziale per bloccare la delibera che tagli i vitalizi agli ex deputati, con la minaccia di un'azione civile e amministrativa per danni rispetto alla quale risponderebbero personalmente e patrimonialmente ciascun membro dell'ufficio di presidenza, compreso il presidente Roberto Fico. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa il presidente dell'Associazione Antonello Falomi e Peppino Gargani.

Casellati frena: "Serve una soluzione condivisa" - La presidente del Senato Elisabetta Casellati auspica "soluzioni condivise" sul taglio dei vitalizi agli ex parlamentari, dicendo di avere "qualche perplessità sul fatto di poter incidere sui diritti acquisiti". Il taglio dei vitalizi "significa incidere sullo status di persone che magari oggi possono avere anche un'età rilevante e che si trovano improvvisamente ad avere uno stipendio magari inferiore al reddito di cittadinanza", ha detto a margine della sua visita a Washington.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali