FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Jaguar Land Rover, la creatività al tempo del coronavirus

Chiusi, ma mai veramente. Il lockdown non ha mai fermato le attività italiane di Jaguar Land Rover

La disponibilità verso la Croce Rossa e le forze dellʼordine, il dialogo con i clienti e, prima ancora, con le concessionarie in preda al lockdown. Jaguar Land Rover ha fronteggiato lʼemergenza sanitaria rimboccandosi le maniche e inventandosi con coraggio una serie di attività, per non subire gli eventi passivamente. Un colloquio a 360 gradi quello che Daniele Maver, numero uno di Jaguar Land Rover Italia, ha concesso a Tgcom24 Motori.

Il dialogo con i nostri clienti non si è mai interrotto, anche quando un terzo soltanto delle nostre officine è rimasto aperto”, ci spiega il presidente e a.d. Jaguar Land Rover Italia, e ciò perché le attività di manutenzione e riparazione dei veicoli sono sempre rientrate fra le attività essenziali riconosciute dai vari dpcm. Le concessionarie hanno offerto servizi come il “Pick-up & Delivery”, cioè il ritiro dellʼauto a casa del cliente per portarla in officina e riconsegnarla poi a lavori eseguiti. Ma hanno anche spiegato e fatto le corrette procedure di igienizzazione previste in tempi di epidemia, e hanno dato consigli per la manutenzione delle batterie quando un veicolo sta fermo per così lungo tempo.

 

E poi la solidarietà, così forte quella espressa e percepita da tutti noi, soprattutto nelle prime settimane dellʼemergenza Covid-19. “Abbiamo fornito sempre tantissimi mezzi allo Stato, dai vigili del fuoco alle ambulanze ai Carabinieri ‒ dice Maver ‒. Tutti questi mezzi sono rimasti operativi e hanno avuto a disposizione assistenza e manutenzione”. Quella con la Croce Rossa è peraltro una “tradizione” che Jaguar Land Rover si porta dietro da sempre, fin dalla nascita nel II Dopoguerra, e in Italia da buoni 10 anni.

 

Costante e quotidiano anche il contatto con le concessionarie. “Noi come sede centrale abbiamo organizzato tutti i giorni videocall con tutti i venditori nazionali, divisi in due gruppi e parlando di prodotto, interazioni con i clienti, azioni di marketing". Perché di auto da vendere ce ne sono tante (e vale per tutti i costruttori) e Jaguar Land Rover ha modelli nuovi e modernissimi. “Il processo di elettrificazione procede su tutta la flotta ‒ ricorda Maver ‒ la Jaguar I-Pace è in giro da un anno e mezzo e presto avremo sul mercato le versioni plug-in hybrid di Evoque e Discovery Sport”.

 

Senza dimenticare lʼultima, assoluta novità del gruppo: il Nuovo Defender. Il fuoristrada icona del brand Land Rover era pronto per la premiere internazionale, ma è stato penalizzato dallʼemergenza sanitaria. Maver invita tutti a scoprirlo nelle concessionarie riaperte dallo scorso 4 maggio, perché “vorremmo facilitare i nostri clienti a recuperare la dimensione del Sogno, invitandoli a venire e a vedere e toccare le nostre auto”.

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali