FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cinquanta candeline per la Honda Four 750

Dallʼ8 al 10 novembre protagonista a Novegro

A Novegro il mito della Honda 750 Four

La Mostra mercato di Novegro dedica uno spazio al mito della Honda 750 four, una moto il cui fascino non subisce il corso degli anni

Manubrio largo, vernice metallizzata e quattro belle marmitte cromate come cannoni pronti a sparare… Per farsi prendere dai ricordi ci è bastato guardare la locandina. Si è lei! La mitica Honda Four 750. Potrete vederla e toccarla al Parco Esposizioni di Novegro (Milano), dall’8 al 10 Novembre per la 77° edizione della Mostra Scambio auto e moto d’epoca.

1969 Salone del Ciclo e Motociclo. Fu lì che la vedemmo per la prima volta, ma anche 50 anni dopo guardarla emoziona ancora… Per tutti i motociclisti è “La Honda Four”, sigla costruttiva CB 750: 4 cilindri in linea, avviamento elettrico, freno a disco, serbatoio con vernice metallizzata, sella trapuntata, manubrio largo e tanto altro. Dalla sua prima presentazione nel ’68 al salone di Tokyo la Four cambiò le regole del motociclismo moderno, facendo invecchiare di colpo tutti i prodotti europei e americani.

 

Motori a quattro cilindri in linea di elevata cilindrata se ne erano già visti. Distribuzioni ad albero a camme in testa, pur se non diffusissime, esistevano da tanto tempo. Il freno a disco si conosceva da molto. Ma lo stupore e l’ammirazione suscitati dalla CB 750 Four furono dettati dal vedere simili soluzioni tecniche, all’epoca comunque esclusive e spesso riservate al solo ambito delle competizioni, su una moto di serie. Qualità costruttiva, fruibilità, facilità di guida e affidabilità eccellenti, questa la ricetta di mamma Honda a cui bisogna aggiungere i 67 cavalli, la velocità massima di 200 km orari e il prezzo concorrenziale. Così L’Honda Four fu capace di mettere tutti in sella.

I 50 anni della Honda CB 750

Dalla prima versione chiamata K0 alle seguenti K1,2 e 3, di Four ne furono vendute ben mezzo milione in tutto il mondo e sulla scia di questo successo la “settemmezzo” Honda venne seguita  a breve distanza dalle sorelline minori 500 e 400 di cilindrata. Colori sgargianti e riga oro sul serbatoio, quelle 4 marmitte cromate, il rombo,  la tecnica e – ciliegina sulla torta ‒ quel tastino sul manubrio per accenderla, l’avviamento elettrico. È passato mezzo secolo, oggi le moto comunicano con gli smartphone e le loro sospensioni sanno pensare grazie ai sensori elettronici, ma quando vedi una Four ti fermi e resti a guardarla ammirato: questa moto ha una storia da raccontare.

 

Gigi Sironi

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali