FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Affidabilità, le giapponesi vincono a mani basse

Toyota prima per affidabilità e asiatiche in gran spolvero. Male i marchi europei

Lʼinchiesta di Altroconsumo

L’auto dà problemi? Quante volte l’hai portata dal meccanico?”. Domande a cui tutti noi potremmo dare risposte, soddisfatti dei pregi o maledicendo i difetti delle nostre care automobili. Domande che Altroconsumo e varie associazioni di consumatori in Francia, Belgio, Spagna e Portogallo, hanno fatto a 43 mila automobilisti europei. E ne è uscito fuori che…

I migliori marchi per affidabilità sono quelli giapponesi, mentre in coda alla classifica ci stanno i marchi italiani. La forbice però non è molto larga, il know-how diffuso nel settore automotive e il fatto che un gruppo automobilistico oggi detiene molti marchi ha avvicinato queste graduatorie dellʼaffidabilità e della soddisfazione della clientela. Dalle risposte però dei 13.000 italiani raccolte da Altroconsumo, e parte rilevante del campione europeo di 43.000, emerge che il gruppo Toyota sta ben saldo al vertice dellʼaffidabilità. Lexus è prima con 97 punti su 100, ma anche i brand Toyota, Daihatsu e Subaru sono al vertice della classifica.

 

Altroconsumo Inchieste pubblica il suo report sul numero di febbraio 2020, dove si evincono molte cose interessanti. La miglior Casa europea, e seconda in assoluto, è Porsche con 95 punti, uno più di Audi e due di BMW, mentre attardate sono Mercedes e Jaguar (91). Meglio fanno quasi tutti i costruttori asiatici, con Honda quinta assoluta con 94. I cosiddetti marchi generalisti se la passano alquanto male: dal gruppo PSA a Renault, da Ford a FCA, con Lancia, Fiat e Alfa Romeo nelle posizione più basse. Si salva invece Jeep, che con 92 punti si piazza a metà classifica.

 

Non brillano Tesla e Land Rover, che a quota 88 condividono insieme ad Alfa Romeo la posizione più bassa quanto ad affidabilità votata dai clienti. Incide anche la voce relativa ai costi di manutenzione, che premiano ancora Toyota. I costi medi sostenuti dagli automobilisti nell’ultimo anno vedono le auto del brand nipponico costare 230 euro in media, seguita da Suzuki a 240 euro, mentre in coda figurano Audi con 450 euro e Land Rover con 550 euro.

 

Lʼanalisi di Altroconsumo ha preso in esame anche il grado di soddisfazione degli automobilisti e qui la forbice si restringe ancora. Al primo posto si piazza Porsche con 94 punti, davanti a Tesla e Lexus. All’ultimo Fiat a quota 77, che non sembra piacere tanto a coloro che la guidano.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali