FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Zaki, prolungata di 15 giorni la custodia cautelare in Egitto | Amnesty: "Decisione crudele, si apre lo scenario peggiore"

Lo studente si difende in aula: "Non ho mai scritto i post per cui mi accusano di propaganda sovversiva"

Sarà prolungata di 15 giorni la custodia cautelare in carcere di Patrick George Zaki, lo studente egiziano dell'Università di Bologna arrestato al Cairo due settimane fa. La decisione è stata presa al palazzo di Giustizia di Mansura, sul delta del Nilo. Lo rende noto l'avvocato della famiglia. "E' crudele e non necessario, non c'è possibilità di inquinare prove", ha commentato Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia.

 

Si apre "lo scenario peggiore", ha spiegato Noury, "la mobilitazione sarà lunga". Nel corso dell'udienza a Mansura, il ricercatore si è difeso negando di aver mai scritto i post incriminati. Alla domanda del giudice: "E' tuo l'account?", Zaki ha risposto di "no". Poi ha ribadito: "Non ho mai scritto" i post su Facebook per i quali mi accusano di propaganda sovversiva.

 

L'avvocato: "Ha il morale alto" "Oggi il suo morale era molto alto. Ha detto tutto che c'era da dire. Ha parlato di tutto. Gli è stato concesso di parlare di tutto e qualsiasi cosa che lo disturbasse è stata eliminata", ha detto Walid Hassan, l'avvocato della famiglia di Patrcik George Zaki. "Mi trattano bene, è una questione meramente giudiziaria", ha detto inoltre il legale riportando parole di Patrick e dando l'impressione di confermare quando riportato da fonti informate: i legali vogliono tenere un "basso profilo" soprattutto a livello mediatico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali