FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezuela, il Tribunale supremo impone a Juan Guaidò il divieto di espatrio

Il giudice ha accettato la richiesta della Procura: congelati anche i suoi conti. Washington si infuria: "Il neo presidente non si tocca"

Venezuela, il Tribunale supremo impone a Juan Guaidò il divieto di espatrio

Maikel Moreno, presidente del Tribunale supremo di giustizia del Venezuela, ha proibito di lasciare il Paese al leader dell'opposizione, autoproclamatosi presidente, Juan Guaidò. Il giudice ha inoltre predisposto il congelamento dei suoi conti, come richiesto dal procuratore Tarek William Saab, reputato vicino a Nicolas Maduro.

Secondo le accuse di Saab, Guaidó è alla guida delle proteste che "hanno comportato gravi danni per le famiglie venezuelane". Moreno, in una dichiarazione letta alla tv pubblica, ha detto che le misure restrittive si manterranno finché durerà l'inchiesta.

La rabbia degli Usa: "Non toccate Guaidò" - Dopo la decisione del Tribunale supremo venezuelano, l'America ha minacciato ritorsioni per chiunque tenti di colpire Juan Guaidò. Il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton ha infatti ribadito che ci saranno "conseguenze serie" per chiunque tenti di colpire il neo presidente, riconosciuto dagli Stati Uniti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali