FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezuela, gruppo di militari si ribella a Maduro | Il governo: "Arrestati i terroristi"

A qualche ora dalla repressione della rivolta ha parlato il presidente venezuelano: "Una settimana fa abbiamo vinto con i voti, oggi è stato necessario vincere il terrorismo con le pallottole"

Resta altissima la tensione in Venezuela con un'altra giornata drammatica. Le forze armate "bolivariane" hanno annunciato di avere stroncato un tentativo di rivolta da parte di un gruppo di militari. Di un primo gruppo di "dieci aggressori, due sono stati abbattuti dal fuoco leale alla patria, uno è ferito", ha spiegato il presidente Nicolas Maduro in un intervento tv.

Solo uno degli attaccanti è un militare, "un tenente disertore, da qualche mese. E' stato catturato e "collabora attivamente", ha aggiunto Maduro, precisando che un altro gruppo di ribelli è invece riuscito a scappare. Domandandosi "chi paga la fattura di questo attacco, di questo atto di disperazione", il presidente venezuelano ha poi indicato "Miami e la Colombia".

Il videomessaggio del commando ribelle - Il gruppo "ribelle", guidato da Juan Caguaripano, identificatosi come comandante dell'operazione "David Carabobo", aveva annunciato in un videomessaggio la rivolta anti Maduro: "Non è un colpo di Stato, ma un'azione civica e militare per ristabilire l'ordine costituzionale, per salvare il Paese dalla distruzione totale".

La dinamica, poco chiara, dell'attacco - La base militare è stata presa d'attacco all'alba da una ventina di uomini, subito definiti "terroristi" da Diosdado Cabello, capo del partito di governo e numero due del "chavismo". Nonostante le spiegazioni di Maduro, la dinamica dell'azione rimane poco chiara, anche perché il militare alla guida dell'attacco non è uno sconosciuto: nell'aprile del 2014, il capitano Juan Caguaripano aveva già fatto un tentativo quasi del tutto simile a quello di Valencia. E' lui il "tenente disertore" indicato dal presidente.

Maduro: "Vinto terrorismo con le pallottole" - "Una settimana fa abbiamo vinto con i voti, oggi è stato necessario vincere il terrorismo con le pallottole", ha detto il presidente venezuelano, facendo riferimento alle elezioni per l'Assemblea Costituente. Nel suo breve intervento, Maduro si è inoltre complimentato con le forze armate bolivariane per "l'immediata reazione" con la quale è stato bloccato il tentativo militare alla base di Carabobo.

Maduro: "Massima pena per autori del complotto" - "Chiedo la massima pena per tutti gli autori del complotto di questo atto terroristico, non avranno alcun beneficio", non importa se sono "civili o disertori. Il processo è già aperto", ha quindi aggiunto Maduro nel successivo intervento tv.

Opposizione: "Nostro dirigente ucciso durante manifestazione" - Non distante dalla base militare, a Valencia, è stato ucciso "dalla polizia chavista" nel corso di una manifestazione Ramon Rivas, un dirigente di 51 anni del partito 'Avanzada Progresista'. Lo hanno reso noto fonti dell'opposizione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali