FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, organizzano grande festa tra liceali per il 4 luglio: 21 contagiati dal coronavirus

Circa 400 persone hanno partecipato al party. Gli organizzatori: "Non abbiamo davvero pensato al Covid, ci siamo detti che tanto non sarebbe capitato a noi"

Hanno organizzato una grande festa tra liceali per il 4 luglio, anniversario dell'indipendenza Usa, ma "nessuno ha davvero pensato" alle conseguenze di radunare circa 400 persone. E infatti, dopo una settimana, le autorità di Harrisonville, in Missouri, hanno confermato che 21 dei partecipanti al party sono positivi al coronavirus. "E' arrivata un sacco di gente, ma ci siamo detti: non succederà certo a noi", ha spiegato uno degli organizzatori.

Covid-19 e mascherine, tutto quello che cʼè da sapere

Qualche giorno dopo la festa, ha spiegato Cole Wood alla stampa locale, "due o tre amici sono venuti da me insieme dicendo qualcosa tipo "hey, io sono malato, io anche, è strano'. Così abbiamo iniziato a fare due più due, e il risultato è che forse abbiamo sbagliato" a organizzare quell'evento. Per il quale non era stata nemmeno stilata una lista di invitati: così ora le autorità della cittadina non sanno quanti fossero esattamente i ragazzi che hanno partecipato, né chi fossero. E non possono convocarli per metterli in quarantena: hanno solo potuto lanciare un appello affinché coloro che erano presenti si isolino volontariamente per 14 giorni per senso civico.

 

"Per quanto riguarda i liceali che hanno partecpato al party - ha sottolineato Andrew Warlen, direttore del dipartimento della Salute della contea - non ho dubbi che la maggior parte di loro avrà sintomi lievi o addirittura assenti. Ma il vero problema è che potrebbero comunque contagiare i loro genitori e i loro nonni, ma anche i loro insegnanti. In questo momento il messaggio che deve passare è che, anche se andiamo verso la riapertura delle attività, non siamo ancora tornati alla normalità. Evitare di ammassarsi è ancora una buona idea".

 

Coronavirus, in Francia riaprono Disneyland e l'ultimo piano della Torre Eiffel

In Francia riaprono Disneyland Paris e l'ultimo piano della Torre Eiffel. Due ripartenze che promettono di dare nuovo slancio al turismo transalpino. Disneyland Paris, il resort per parchi a tema più frequentato d'Europa, ha riaperto parzialmente al pubblico quattro mesi dopo la sua chiusura a causa della pandemia di coronavirus. Il parco di Marne-la-Vallée, ad est della capitale francese, aprirà le sue porte in modo graduale a partire da oggi con Disneyland Parks e Walt Disney Studios. Anche l'ultimo piano della Torre Eiffel di Parigi è stato riattivato: i primi due piani erano stati aperti già il 26 giugno dopo la chiusura più lunga dalla Seconda Guerra Mondiale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali