FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, lo shutdown di Trump è il più lungo della storia: disagi in aeroporti e parchi

Superati i 21 giorni della presidenza di Bill Clinton. Lo scontro tra Trump e i democratici è sempre sui finanziamenti per la costruzione del muro al confine con il Messico. Quasi 800mila i dipendenti federali che stanno lavorando senza stipendio

Usa, lo shutdown di Trump è il più lungo della storia: disagi in aeroporti e parchi

Lo shutdown che paralizza parte delle attività del governo federale americano, entrando nel suo 22esimo giorno, è diventato il più lungo della storia degli Stati Uniti. Iniziato il 22 dicembre, infatti, lo shutdown ha battuto i 21 giorni raggiunti sotto la presidenza di Bill Clinton, nel 1996. Il blocco è causato dal mancato accordo tra repubblicani e democratici sul finanziamento del contestato muro con il Messico.

Il blocco sta lasciando senza stipendio circa 800mila lavoratori federali. La causa è il mancato accordo tra repubblicani e democratici su una legge di spesa che dovrebbe finanziare diversi dipartimenti e agenzie federali. Ma il vero punto di scontro è il finanziamento del muro con il Messico, preteso dal presidente Trump, a cui si oppongono i democratici.

I sindacati federali hanno già fatto causa al governo Usa perché - a causa dello shutdown - i dipendenti ritenuti "essenziali" stanno continuando a prestare servizio senza stipendio, in violazione delle leggi sul lavoro. L'azione legale - riportano i media americani - è stata depositata dai sindacati che rappresentano i lavoratori federali, ovvero la National Federation of Federal Employees, la National Association of Government Employees SEIU e la National Weather Service Employees Organization.

Si stima che al momento i dipendenti federali toccati dai disagi siano circa 800mila: stanno lavorando senza compenso o sono in aspettativa, anche se Camera e Senato hanno votato un decreto che garantisce la retribuzione retroattiva appena lo shutdown terminerà.

I settori toccati dalla paralisi sono i più disparati, dalla protezione ambientale alla sicurezza negli aeroporti. Lo scalo di Miami, per esempio, dovrà chiudere uno dei propri terminal fino a lunedì per concentrare le risorse disponibili sui controlli rimasti attivi.

Anche parchi nazionali e zoo come quello nazionale di Washington chiuderanno i battenti. Attività sospese anche per i dipendenti della Nasa e dell'ente che processa le dichiarazioni dei redditi, l'Internal Revenue Service. A essere precettati sono invece i lavoratori di alcuni settori strategici come i dipartimenti di Stato e la sicurezza nazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali