FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, il narcotrafficante "El Chapo" condannato allʼergastolo e al risarcimento di 12,6 miliardi di dollari

Il boss ha definito la sua detenzione "una tortura psicologica, emotiva e mentale 24 ore al giorno"

Joaquin Guzman "El Chapo", il narcotrafficante messicano più noto al mondo, è stato condannato da una corte di New York all'ergastolo per dieci capi di imputazione. Parlando attraverso un traduttore, il boss ha definito la sua detenzione "una tortura psicologica, emotiva e mentale 24 ore al giorno".

La pena comprende anche un'ulteriore condanna a 30 anni. Il giudice, inoltre, gli ha ordinato di restituire 12,6 miliardi di dollari, come chiedeva l'accusa: una somma che equivarrebbe ai proventi del traffico di droga negli Usa gestiti dal suo cartello prima che fosse arrestato.

"El Chapo", 62 anni, era stato riconosciuto colpevole a febbraio per il traffico di tonnellate di cocaina, eroina e marijuana e di vari omicidi come boss del cartello di Sinaloa, una delle più grandi e violente organizzazioni messicane dedite al traffico di droga.

Arrestato in Messico, Guzman è stato estradato negli Stati Uniti. Nell'accordo di estradizione tra Messico e Stati Uniti, nel 2017, è stata esclusa la possibilità di una condanna alla pena capitale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali