FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Un gommone di migranti verso lʼItalia, Salvini accusa: "Abbandonati da Malta"

Allʼattacco anche il ministro Toninelli: "E lʼEuropa che fa? Fa finta di niente mentre noi salviamo altre vite umane o difende uno dei suoi Paesi fondatori?"

L'Italia accusa di nuovo Malta per un gommone carico di migranti in arrivo sulle nostre coste. "Un pattugliatore maltese ha invertito la rotta abbandonandolo in mezzo al mare e in direzione Italia - attacca Matteo Salvini -. La Valletta aveva preso il coordinamento delle operazioni di soccorso ma sta cercando di rifilare a noi i profughi". "Malta si gira dall'altra parte e l'Ue che fa? - aggiunge il ministro Danilo Toninelli -. Fa finta di niente?"

A bordo del barcone ci sono 150-200 persone, ora in viaggio verso l'Italia. "E' l'ennesima vergogna - accusa il vicepremier e ministro dell'Interno -, degna di questa Unione europea incapace e dannosa. A Bruxelles sono troppo impegnati a scrivere letterine contro l'Italia per occuparsi di questi problemi".

Il ministro dei Trasporti precisa che Malta avrebbe abbandonato il gommone "per una fantomatica avaria", twitta. E continua: "Bruxelles cosa vuole fare? Sostenere uno dei suoi Paesi fondatori, l'Italia, o far finta di nulla mentre salviamo vite umane? Noi che intanto stiamo agendo anche per dare lavoro e un futuro ai nostri concittadini".

Le ong: "Ancora morti in mare" - Intanto Mediterranea e Open Arms hanno lanciato un appello per un gommone in difficoltà, con oltre 120 migranti a bordo. Alcuni profughi sono morti annegati, secondo gli attivisti, altri sono stati presi in consegna da un rimorchiatore prima e poi dalla guardia costiera libica. "Nessun morto", smentisce dalla Libia il portavoce della Marina Ayob Amr Ghasem. "Tanti saluti a scafisti e ong", commenta Salvini. Mentre il premier Giuseppe Conte spiega: "La sfida dell'immigrazione è a lungo termine e richiede una risposta strategica. Ridurre gli sbarchi significa contribuire a scardinare la rete di trafficanti di esseri umani e ridurre le vittime in mare".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali