CREARE UNO "SHOCK FINANZIARIO"

Ucraina, Usa e Gb: le nuove sanzioni colpiranno la russa Sberbank e Alfa Bank | Financial Times: "Fondamentale il pressing di Draghi su Washington"

Nel mirino anche le figlie di Putin e di Lavrov. Vietati gli investimenti in Russia e stop a carbone e petrolio. Giovedì il quinto pacchetto di sanzioni dell'Unione Europea

06 Apr 2022 - 19:35

Gli Stati Uniti, in coordinamento con gli alleati occidentali, hanno adottato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina, come strumento di ulteriore pressione su Mosca e dopo le immagini che hanno fatto il giro del mondo sulle atrocità commesse a Bucha. Anche il Regno Unito ha deciso nuove misure contro Mosca, mentre il quinto pacchetto di sanzioni Ue sarà ufficializzato giovedì. Per la prima volta colpita la Sberbank, una delle più grandi istituzioni finanziarie russe. Bloccati anche i nuovi investimenti americani e britannici nella Federazione Russa.

Colpite le banche Sberbank e Alfa Bank - Finiscono nel mirino alcune tra le più importanti istituzioni finanziarie russe, Sberbank e Alfa Bank. "Come tutti sapete, abbiamo cercato di causare un'interruzione finanziaria impedendo alle maggiori banche russe e alla sua Banca centrale di fare affari con gli Stati Uniti e congelando tutte le sue attività legate al sistema finanziario statunitense o ai nostri alleati. E oggi stiamo bruscamente intensificando il colpo finanziario imponendo sanzioni di blocco totale contro la piu' grande istituzione finanziaria russa, Sberbank, e la sua piùgrande banca privata, Alfa Bank", ha annunciato un rappresentante di alto rango dell'amministrazione americana.

Le sanzioni dell'Occidente: il cerchio si stringe su Putin

1 di 6
© L'Ego-Hub © L'Ego-Hub © L'Ego-Hub © L'Ego-Hub

© L'Ego-Hub

© L'Ego-Hub

Sanzionate le figlie di Putin e Lavrov - Katerina Tikhonova e Maria Vorontsova, figlie adulte del presidente russo Vladimir Putin, saranno colpite dal nuovo pacchetto di sanzioni dell'amministrazione Biden. Oltre a loro, le misure riguarderanno anche il primo ministro Mikhail Mishustin, la moglie e i figli del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, e membri del Consiglio di sicurezza russo, tra cui Dmitry Medvedev, ex presidente e primo ministro. Le sanzioni tagliano fuori dal sistema finanziario statunitense tutti i familiari stretti di Putin e congelano tutti i beni che detengono negli Stati Uniti.

Stop a petrolio e carbone - Anche il Regno Unito, in coordinamento con gli Stati Uniti e gli alleati, congelerà i beni di Sberbank, vietando tutti i nuovi investimenti verso la Russia e impegnandosi a porre fine a tutte le importazioni di carbone e petrolio russi entro la fine dell'anno. Le importazioni di prodotti siderurgici russi saranno vietate e altri otto oligarchi saranno sanzionati. Si tratta "delle nostre sanzioni piu' dure finora", ha detto la ministra degli Esteri Liz Truss.

Financial Times: "Fondamentale il pressing di Draghi sulla Fed" - Arriva poi dalle colonne del Financial Times il retroscena secondo il quale il presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha chiamato il premier italiano per convincerlo a discutere le sanzioni con il segretario del Tesoro Usa. ''Un accordo era vicino, ma, a Washington, il segretario del Tesoro Janet Yellen stava ancora rivedendo i dettagli della misura più pesante e sensibile per il mercato: sanzionare la stessa banca centrale russa'', scrive il Ft riferendosi al blocco dei fondi attribuibili alla Banca Centrale russa. Si tratta di 643 miliardi di dollari di riserve in valuta estera di Mosca. Quella che per tutti è stato l'inizio della guerra finanziaria alla Russia. Il Financial Times ha scritto poi che ''in Europa è stato Draghi a spingere l'idea di sanzionare la banca centrale russa durante il vertice di emergenza Ue la notte dell'invasione". 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri