trentunesimo giorno di guerra

Ucraina, Zelensky: "Stiamo aspettando le armi troppo a lungo" | Raid russi su Leopoli e Chernihiv | Colpito il laboratorio nucleare di Kharkiv

Respinto un tentativo di sbarco russo a Odessa. Sirene antiaeree in diverse città. Sarebbero almeno cinque le persone rimaste ferite nei raid su Leopoli.Il Giappone: "Rischio reale che Mosca usi il nucleare"

26 Mar 2022 - 23:57
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa

Il conflitto russo-ucraino arriva al suo trentunesimo giorno. Secondo Zelensky, l'Ucraina "sta aspettando troppo a lungo per le armi richieste alla comunità euro-atlantica, è impossibile salvare Mariupol senza carri armati e aerei". Biden, dopo l'incontro con il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, e quello della Difesa, promette a Kiev altri aiuti e sanzioni contro Putin che definisce, parlando con i rifugiati, "un macellaio". Le autorità ucraine segnalano che è stato respinto un tentativo di sbarco russo a Odessa. Tre esplosioni sono state udite vicino a Leopoli, secondo la Cnn sarebbero opera dell'esercito russo. Per il premier giapponese la probabilità che la Russia utilizzi armi nucleari "sta diventando più reale". Le forze russe hanno colpito nuovamente il centro di ricerca nucleare a Kharkiv.


Se l'Ucraina non riceverà aerei militari, la Russia potrebbe minacciare i Paesi vicini. È quanto sostiene il presidente ucraino Zelensky in una videoconferenza con il suo omologo polacco Andrzej Duda, nella quale si è anche detto "deluso" che Kiev non abbia ricevuto i MiG-29 dalla Polonia. In precedenza, il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba aveva dichiarato che gli Stati Uniti "non avevano obiezioni" alla fornitura di jet all'Ucraina da parte della Polonia.


L'Ucraina "sta aspettando troppo a lungo per le armi richieste. Chi guida la comunità euro-atlantica? È ancora Mosca attraverso l'intimidazione?". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sottolineando che è "impossibile salvare Mariupol senza carri armati e aerei aggiuntivi. L'Ucraina non può abbattere i missili russi con fucili e mitragliatrici".


Le forze russe hanno colpito nuovamente il centro di ricerca nucleare a Kharkiv. Lo conferma il Parlamento ucraino, dopo che la notizia era stata data dal Kyiv Independent. Secondo l'Ispettorato nazionale per l'energia nucleare, citato nel messaggio del Parlamento, "è al momento impossibile valutare la gravità del danno, in quanto le ostilità continuano nella zona dell'installazione nucleare".


"La guerra di Putin sta arretrando, non sta avanzando. La sua guerra non sta andando bene e questo può aumentare la sua aggressività". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il quale ha commentato anche il discorso di Joe Biden. Il presidente americano "ha fatto un discorso chiaro, ha usato parole precise, ma dall'altra parte Putin usa le bombe. Le parole di Biden devono servire a far capire chiaramente a Putin che deve fermarsi".


Nuovi raid russi su Leopoli, nell'ovest dell'Ucraina, vicino al confine polacco, dopo quelli che nel pomeriggio avevano provocato almeno 5 feriti. Lo ha riferito l'amministrazione militare regionale su Telegram, citata da Ukrinform, segnalando "altre tre potenti esplosioni" e precisando che "gli allarmi aerei restano".





E' salito ad almeno 1.104 il bilancio dei civili uccisi dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, il 24 febbraio scorso, tra cui 96 bambini. Lo ha riferito nel suo bollettino l'Alto commissariato dell'Onu per i Diritti umani (Ohchr), secondo cui i feriti sono 1.754, di cui 124 bambini.


Immagini shock sulla Bbc: un video, ripreso presso Kiev da un gruppo di difesa territoriale ucraino che fa sorveglianza aerea mostra un civile la cui auto è costretta a fermarsi, forse colpita da proiettili, che scende dal veicolo con le mani alzate, e pochi istanti dopo viene ucciso dai russi. 


E' di almeno 5 feriti il bilancio dei due raid russi di questo pomeriggio su Leopoli. Lo ha reso noto il governatore regionale.


Vladimir Putin è un "macellaio". Lo afferma Joe Biden durante l'incontro con i rifugiati ucraini a Varsavia, in Polonia.


Esplosioni sono state udite vicino a Leopoli, nell'ovest dell'Ucraina, dove si vede in lontananza anche una colonna di fumo. Lo riporta la Cnn che mostra alcune immagini del fumo in lontananza.


La probabilità che la Russia utilizzi armi nucleari "sta diventando più reale". Lo ha detto il premier giapponese, Fumio Kishida, nel corso di una visita a Hiroshima con l'ambasciatore Usa, Rahm Emanuel. "Gli orrori delle armi nucleari non devono mai ripetersi", ha aggiunto. "Viviamo in tempi senza precedenti in cui la Russia minaccia l'uso di armi nucleari, qualcosa che una volta era impensabile, persino indicibile", ha affermato da parte sua Emanuel, sottolineando che "la storia di Hiroshima ci insegna che è irragionevole per qualsiasi nazione fare una simile minaccia".


Oltre metà degli abitanti è fuggita da Chernihiv, che è completamente distrutta, e oltre 200 civili sono stati uccisi dall'inizio dell'invasione. Lo ha detto il sindaco della città nel nord dell'Ucraina, vicino al confine con la Bielorussia, da giorni isolata per la distruzione di un ponte stradale sul fiume Desna, cruciale per i collegamenti con Kiev. "E' più facile contare le case intere che quelle distrutte", ha detto in conferenza stampa il primo cittadino Vladyslav Atroshenko, citato dall'Ukrainska Pravda, aggiungendo che le evacuazioni sono impossibili. In città, ha aggiunto, "manca l'elettricità e scarseggia l'acqua corrente".


Gli invasori russi hanno sparato e danneggiato il memoriale dell'Olocausto di Drobitsky Yar alla periferia di Kharkiv. "I nazisti sono tornati. Esattamente 80 anni dopo". Lo scrive su Twitter il ministero della Difesa ucraino.


"Siamo molto delusi dal risultato dei vertici della Nato e dell'Ue": lo ha affermato Andriy Yermak, capo di gabinetto del presidente ucraino Zelensky, intervenendo in video all'Atlantic Council di Washington, uno dei principali think tank Usa. Yermak - riporta il Washington Post - ha quindi criticato la linea portata avanti da Stati Uniti ed Europa definendola di "acquiescenza". "Ci aspettavamo più coraggio, decisioni più forti. Invece la Nato sembra preoccupata più a non provocare la Russia e ad evitare una escalation del conflitto. Mentre noi abbiamo bisogno di cose molto concrete e siamo costretti a ricordarvelo ripetutamente"


I mercenari russi, con esperienza di combattimento in Siria e in Libia, si apprestano ad assumere un ruolo più attivo in quella che Mosca ha definito la nuova priorità della guerra, ovvero combattere nell'est dell'Ucraina. Secondo funzionari americani citati dal New York Times, il numero di mercenari dispiegati in Ucraina da Wagner Group, la forza militare privata legata a Vladimir Putin, dovrebbe triplicare a oltre mille combattenti dai 300 di un mese fa. I mercenari si concentreranno nello sconfiggere le forze ucraine nella regione del Donbass, dove i separatisti sostenuti dalla Russia combattano dal 2014.


"Ciò che succede in Ucraina sta cambiando l'intero XXI secolo". Lo ha detto il presidente Usa, Joe Biden, nel corso dell'incontro a Varsavia con il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba e il ministro di Difesa di Kiev Oleksi Reznikov, secondo quanto riferiscono i media polacchi. Secondo Kuleba, il presidente americano ha assicurato che gli Usa "saranno con l'Ucraina sempre, fino alla vittoria".


Joe Biden ha garantito "ulteriori sforzi per aiutare l'Ucraina a difendere il suo territorio" e per far sì che il presidente russo Vladimir Putin "risponda per la brutale aggressione da parte della Russia, comprese nuove sanzioni". Lo rende noto la Casa Bianca dopo l'incontro del presidente americano con il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, e quello della Difesa, Oleksii Rezniko. 


"Riteniamo l'articolo 5 un obbligo sacro". Lo afferma il presidente Joe Biden a Varsavia, in Polonia, riferendosi all'articolo del trattato Nato secondo cui un attacco armato contro uno o più membri dell'Alleanza sarà considerato come un attacco diretto contro tutte le parti. 







A Kiev è stato annullato il coprifuoco di 35 ore che il comando militare aveva deciso di introdurre dalle 20 di stasera alle 7 di lunedì mattina. Lo ha annunciato su Telegram il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, spiegando che resterà in vigore il coprifuoco attivo, cioé dalle 20 alle 7 ora locale. 


Le truppe russe hanno cercato di arrivare a Odessa dal mare e di sbarcare un gruppo di sabotaggio e ricognizione che è stato respinto. Lo riporta Ukrinform citando Vladislav Nazarov, un ufficiale del South Operational Command.


Il sindaco di Slavutych, rapito dagli occupanti russi che hanno preso il controllo della cittadina del nord dell'Ucraina, è stato liberato. Lo scrive Ukrainska Pravda.


Le forze russe hanno preso il controllo di Slavutych, una cittadina nel nord dell'Ucraina a pochi chilometri da Chernobyl. Lo riporta l'Independent. Le truppe hanno rapito il sindaco, Yuri Fomichev, ed hanno occupato l'ospedale locale, ha reso noto il governatore della regione di Kiev, Oleksandr Pavlyuk. 


"Speriamo e preghiamo perché questa guerra vergognosa per tutti noi, per tutta l'umanità, finisca al più presto: è inaccettabile; ogni giorno in più aggiunge altre morti e distruzioni". Lo ha detto il Papa. "Tanta gente si è mobilitata per soccorrere i profughi. Gente comune, specialmente nei Paesi confinanti, ma anche qui in Italia, dove sono arrivati e continuano ad arrivare migliaia di ucraini. Il vostro contributo è prezioso, è un modo concreto, artigianale di costruire la pace", ha sottolineato il Papa. 


Un nuovo coprifuoco sarà introdotto a Kiev da questa sera a lunedì mattina, ha annunciato questa mattina il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko. "Il comando militare ha deciso di inasprire il coprifuoco. Durerà dalle 20 di sabato alle 7 di lunedì 28 marzo", ha detto il sindaco su Telegram.


Il giornalista ucraino Oleg Yakunin, caporedattore di Afisha.zp, è rimasto ucciso nei combattimenti a Zaporizhzhia, nel Sud-Est del Paese. Lo ha annunciato la moglie Olena Yakunina su Facebook citata da Ukrinform. "Cara comunità, ti chiedo di onorare il momento di silenzio e le parole gentili di Yakunin Oleg Ivanovich, morto sul campo di battaglia il 18 marzo per proteggerci dai maledetti occupanti ", ha scritto.


Durante la sua visita oggi a Varsavia, il presidente americano Joe Biden incontrerà anche due ministri ucraini: lo ha reso noto la Casa Bianca.


Fallito un primo tentativo di evacuare un gruppo di persone da Kherson questa mattina. L'evacuazione era stata organizzata dall'Osce ma, a quanto raccontano fonti locali, il convoglio umanitario, diretto a Odessa, è stato costretto a tornare indietro dal sorvolamento di un bombardiere russo e da alcuni spari esplosi lungo la strada. Il convoglio portava donne e bambini. Kherson è una delle prime città a essere state occupate dai russi.


"La Russia continua ad assediare importanti citta' ucraine, tra cui Kharkiv, Chernihiv e Mariupol. Le forze russe si stanno dimostrando riluttanti a impegnarsi in operazioni di fanteria urbana su larga scala, preferendo affidarsi all'uso indiscriminato di bombardamenti aerei e di artiglieria per demoralizzare le forze in difesa". Lo scrive in un tweet il ministero della Difesa britannico, citato dal Guardian, nel suo ultimo aggiornamento di intelligence.


Ci sono stati finora oltre 70 attacchi separati contro ospedali, ambulanze e medici in Ucraina, con un numero che aumenta "ogni giorno". Lo afferma l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) citata dalla Bbc.


Le sirene anti-aereo sono tornate a suonare questa mattina in diverse città in Ucraina. Lo riferiscono media locali citati dalla Bbc. L'allarme è risuonato nella capitale Kiev e nelle città di Cherkasy e Kropyvnytskyinel centro del Paese, a Zaporizhia e Dnipro nel sud-est, a Zhytomyr nell'est e a Kharkiv e Sumy nel nord-est.


L'Onu ha ricevuto un numero "crescente" di informazioni che confermerebbero l'esistenza di fosse comuni nella città ucraina assediata di Mariupol, e ha ottenuto "informazioni satellitari" su una di queste fosse comuni. Lo ha affermato Matilda Bogner, capo della missione delle Nazioni Unite di monitoraggio in Ucraina, riferisce la Cnn.


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è in trattative con l'Academy of Motion Picture Arts and Sciences per fare un'apparizione video durante la trasmissione di domenica degli Oscar. Lo riporta il New York Post. L'Academy starebbe valutando l'opportunità e se gli Oscar debbano rimanere apolitici mentre infuria l'invasione russa dell'Ucraina. Inoltre, non è chiaro se apparirebbe dal vivo o in un messaggio registrato. Abc, che trasmette la serata, sarebbe favorevole alla partecipazione di Zelensky, che prima di diventare presidente era un attore.


Sarebbero circa 600 le persone sopravvissute all'attacco al teatro di Mariupol del 16 marzo. Lo ha detto Petro Andriushchenko, consigliere del sindaco, sul suo canale Telegram. Circa 300 le vittime, che si trovavano ai piani superiori dell'edificio e nel retro del teatro.


I negoziati con la Russia devono essere significativi. La sovranità dell'Ucraina deve essere garantita e l'integrità territoriale deve essere assicurata. Lo ha sottolineato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo nuovo messaggio alla nazione.


Più della metà dei bambini ucraini sono ora sfollati, dopo un mese di guerra: lo afferma l'Unicef. Il portavoce James Elder ha dato anche altri dati preoccupanti parlando alla Cnn: "Circa 1,4 milioni di persone non hanno accesso ad acqua pulita, mentre 4,6 milioni di persone hanno solo un accesso limitato o stanno per perderlo. Più di 450mila bambini dai 6 ai 23 mesi hanno bisogno di assistenza alimentare".


Mosca sta cercando di portare rinforzi in Ucraina attingendo alle sue truppe in Georgia: lo ha riferito un alto ufficiale del Pentagono durante un briefing, precisando però di non essere in grado di quantificare i movimenti.


Potrebbe esserci anche l'Italia tra i Paesi garanti della sicurezza dell'Ucraina. Lo ha detto in un'intervista con i media georgiani Andriy Yermak, capo di gabinetto del presidente Volodymyr Zelensky. "I membri permanenti (del Consiglio di sicurezza) delle Nazioni Unite devono essere i garanti della nostra sicurezza. Vorremmo aggiungere anche la Turchia, la Germania, il Canada, Israele". E ci sono "anche informazioni di un interesse dell'Italia a unirsi a questo processo", ha scritto Yermak su Telegram, secondo quanto riporta l'Ukrainska Pravda.


Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha detto che la Russia ha finora perso oltre 16mila militari in Ucraina. In un video postato sui social, il presidente ha detto che "tra i caduti ci sono il comandante di una delle armate di occupazione e il secondo in comando della flotta del mar Nero". La Russia aveva detto oggi che 1.351 dei suoi soldati erano rimasti uccisi nell'offensiva.


Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato una "operazione umanitaria" di evacuazione a Mariupol con la Turchia e la Grecia.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri