Speciale Guerra Ucraina

LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Onu: "L'attacco contro l'ospedale di Kiev è un crimine di guerra"

Salvini: "Più armi si mandano a Kiev più la guerra va avanti". Modi a Putin: "Serve dialogo"

di Redazione online
09 Lug 2024 - 17:01
LIVE
Ultimo aggiornamento: 3 giorni fa
 © Ansa

© Ansa

La guerra in Ucraina giunge al giorno 867. "Vorrei ricordare che gli ospedali godono di una protezione speciale ai sensi del diritto internazionale umanitario. Condurre attacchi intenzionali contro un ospedale protetto è un crimine di guerra e i responsabili devono essere chiamati a risponderne". Lo ha detto Joyce Msuya, sottosegretario generale ad interim dell'Onu per gli affari umanitari al Consiglio di Sicurezza sull'Ucraina. Per Matteo Salvini, intanto, "più armi si inviano a Kiev, più la guerra va avanti". Il primo ministro indiano Narendra Modi, facendo riferimento all'incontro avuto a Mosca con Vladimir Putin, ha affermato: "Missili, granate e fucili non sono adatti a risolvere i problemi, a stabilire la pace. Siamo certi che solo la via pacifica del dialogo sia necessaria". Mentre il vicepremier Matteo Salvini, sui social, ha ribadito: "Più armi si inviano a Kiev, più la guerra va avanti".

Ucraina, bombe russe su Kiev: colpito ospedale pediatrico

1 di 20
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp




L'ambasciata ucraina ribadisce che l'adesione alla Nato non motivata da un mero capriccio, ma si tratta di una questione di sopravvivenza. "Se un membro permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite distrugge deliberatamente un ospedale pediatrico, significa che il sistema delle relazioni internazionali e della sicurezza globale è in una profonda crisi. Pertanto, il percorso dell'Ucraina verso la piena adesione alla Nato rimane invariato - viene sottolineato -. Per noi non è un capriccio, ma una questione di sopravvivenza data la vicinanza con un aggressore cronico. Abbiamo aspettative realistiche dal vertice di Washington e contiamo sulla conferma del sostegno dell'Alleanza alla futura adesione dell'Ucraina. Mentre continuiamo a lavorare nell'ambito di accordi bilaterali di sicurezza previsti dall'iniziativa del G7 a Vilnius e perfezioniamo questo strumento come alternativa temporanea all'adesione alla Nato".


"Ora a Washington. Oggi segna l'inizio del vertice Nato. Stiamo lottando per avere più sistemi di difesa aerea per l'Ucraina e sono fiducioso che ci riusciremo. Stiamo anche cercando di assicurarci più aerei, compresi gli F-16. Inoltre, stiamo spingendo per maggiori garanzie di sicurezza per l'Ucraina, comprese armi, aiuti finanziari e sostegno politico". Lo scrive su X il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "Sollecitiamo azioni decisive da parte degli Stati Uniti e dell'Europa - azioni che rafforzeranno i nostri guerrieri", ha aggiunto Zelensky.


In una lettera al presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, il primo ministro ungherese Viktor Orban riferisce dell'esito dei colloqui avuti a Mosca con il presidente russo, Vladimir Putin, sostenendo che ora ci sono "maggiori possibilità di un'accoglienza positiva di tutte le possibili proposte per un cessate il fuoco e per una roadmap per i colloqui di pace". Orban, nella lettera inviata nei giorni scorsi, avverte del rischio di un'escalation "nei prossimi due mesi" e chiede all'Ue di considerare il lancio di "un'iniziativa europea" poiché "la leadership politica degli Usa è limitata a causa della campagna elettorale".

Il missile che ha colpito un ospedale pediatrico a Kiev è solo "una trovata pubblicitaria" dell'Ucraina "costruita sul sangue". Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass. "È una specie di trovata pubblicitaria, in realtà, una trovata pubblicitaria costruita sul sangue", ha detto commentando l'attacco. "Evidentemente il missile di difesa aerea è stato utilizzato in modo errato, motivo per cui ha colpito l'ospedale pediatrico", ha aggiunto, sottolineando che a suo dire la vicenda "è una tragedia che viene deliberatamente utilizzata come sfondo" per la partecipazione di Zelensky al summit Nato.


"Vorrei ricordare che gli ospedali godono di una protezione speciale ai sensi del diritto internazionale umanitario. Condurre attacchi intenzionali contro un ospedale protetto è un crimine di guerra e i responsabili devono essere chiamati a risponderne". Lo ha detto Joyce Msuya, sottosegretario generale ad interim dell'Onu per gli affari umanitari al Consiglio di Sicurezza sull'Ucraina. Il presidente di turno dell'organo delle Nazioni Unite per questo mese è la Russia.


In seguito al sanguinoso attacco russo contro un ospedale pediatrico a Kiev, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha convocato una riunione d'emergenza sull'Ucraina, in risposta alla richiesta del suo presidente Volodymyr Zelensky. Lo ha dichiarato all'Afp il portavoce dell'Onu Farhan Aziz precisando che l'incontro è previsto per le 10, le 16 ora italiana. 


"Più armi si inviano, più la guerra va avanti". E' quanto afferma Matteo Salvini in una diretta sui social, rispondendo a un follower che gli chiedeva di fermare il conflitto in Ucraina. 



Il premier indiano Narendra Modi, nel suo incontro a Mosca con Putin, ha dichiarato che l'India è"pronta" a "fornire qualsiasi aiuto" per la pace in Ucraina: lo riporta l'agenzia di stampa russa Interfax. "La soluzione non può essere attraverso la guerra. Bombe, missili e fucili non possono garantire la pace, quindi poniamo l'accento sul dialogo, e il dialogo e' necessario", ha detto Modi a Putin, le cui truppe hanno invaso l'Ucraina. Il premier indiano ha definito il presidente russo "suo amico".


Le forze russe hanno preso il controllo del villaggio di Yasnobrodovka nella regione di Donetsk, nell'Ucraina orientale. Lo ha reso noto il ministero della Difesa russo, come riporta Interfax.


Una ventina di Stati membri dell'Ue intendono domani affrontare l'Ungheria al Coreper dopo le missioni di pace in solitaria di Viktor Orban. L'accusa è di slealtà. Orban, infatti, in alcune delle sue dichiarazioni a Mosca "è andato direttamente contro le conclusioni del Consiglio Europeo".


Almeno 559 bambini sono stati uccisi in Ucraina e altri 1.449 sono rimasti feriti dall'inizio dell'invasione del Paese da parte delle forze russe. Lo ha reso noto su Facebook l'ufficio del Procuratore generale, come riporta Ukrinform. 


È salito a 41 il bilancio dei morti causati dal massiccio attacco missilistico lanciato ieri dalle forze russe sull'Ucraina: lo riporta la Reuters. Il presidente Volodymyr Zelensky ha stimato il bilancio delle vittime in 37, tra cui tre bambini, ma il conteggio delle vittime nei luoghi degli attacchi in diverse regioni è di almeno 41 persone, scrive l'agenzia di stampa sul suo sito.


E' salito ad almeno quattro morti e 20 feriti il bilancio dell'attacco di droni ucraini lanciato stanotte sulla regione russa di Belgorod, secondo le autorita' locali.


"L'idea di un gruppo apertamente filoputiniano mi sembra una ricostruzione da osservatori": la premier Giorgia Meloni ha risposto così alla domanda se la preoccupasse la nascita in Europa di un gruppo di destra putiniano, con riferimento alla formazione dei Patrioti del premier ungherese Viktor Orban.


Droni ucraini hanno attaccato stanotte tre regioni russe, rendono noto le autorità locali. Decine di velivoli senza pilota sarebbero stati abbattuti sull'oblast di Rostov; in quella di Belgorod si registra almeno una vittima. Segnalati attacchi anche sulla regione di Voronezh.


"La mia aspettativa è che la Nato nel suo 75mo anniversario, e in un momento storico molto particolare, mandi un grande messaggio di unità e di capacità di adattamento a un mondo che sta cambiando": lo ha detto la premier Giorgia Meloni da Washington, alla vigilia del vertice Nato. "L'Italia porta l'attenzione necessaria sul fronte sud dell'Alleanza, che è inserito al momento nelle conclusioni del vertice", ha aggiunto Meloni spiegando che "si attende chiaramente anche il sostegno all'Ucraina".


"Le immagini dei bambini malati oncologici per strada a seguito del bombardamento dell'ospedale pediatrico di Kiev mi sembrano spaventose": così la premier Giorgia Meloni, a Washington per il vertice della Nato. "Quando si aggredisce così la popolazione civile, e lo si fa con questa veemenza accanendosi sui bambini, i segnali che arrivano sono decisamente altri rispetto a quelli che una certa propaganda russa vorrebbe far passare", ha aggiunto Meloni riferendosi alla dichiarata volontà di Mosca di cercare soluzioni pacifiche al conflitto in Ucraina.


"I terroristi russi devono essere ritenuti responsabili di quanto accaduto: il semplice fatto di essere preoccupati non ferma il terrorismo. La compassione non è un'arma". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dopo la giornata di bombardamenti più sanguinosa degli ultimi mesi di guerra. "Dobbiamo abbattere i missili russi. Dobbiamo distruggere gli aerei da combattimento russi dove sono basati. Dobbiamo fare passi forti che non lascino alcun deficit di sicurezza".


Durante il vertice Nato di Washington, gli Stati Uniti e i Paesi alleati annunceranno le misure adottate per rafforzare le difese aeree ucraine. Lo hanno reso noto fonti della Casa Bianca. Kiev ha più volte chiesto all'Occidente iniziative concrete per difendere le infrastrutture energetiche e le principali città dagli attacchi missilistici russi.


Gli Stati Uniti condannano il "barbaro" attacco della Russia all'ospedale pediatrico di Kiev. Lo afferma il Dipartimento di Stato americano.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri