FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Ucraina, Ue: "Nessun interesse a prolungare l'accordo sul gas russo" | Kiev "sgrida" i Paesi sostenitori: "Mai arrivati 16 miliardi promessi"

Medvedev: "Berlino si prepara alla guerra contro Mosca". La replica della Germania: "Assurda propaganda russa dire che vogliamo guerra"

Ucraina, la situazione dopo due anni di guerra

La guerra in Ucraina è giunta al giorno 740.

In vista della scadenza dell'accordo di transito tra Mosca e Kiev, prevista alla fine dell'anno, l'Ue annuncia: "Nessun interesse a prolungare il patto sul gas russo". Zelensky invita gli alleati a inviare rapidamente armi a Kiev, affermando che i loro "giochi politici e le loro controversie" stanno limitando la capacità di difesa del Paese. E soprattutto "sgrida" i Paesi sostenitori i quali non avrebbero fatto arrivare almeno 16 miliardi di euro promessi. Medvedev sulle intercettazioni della Bundeswehr: "E' la prova che la Germania si prepara alla guerra contro la Russia". La portavoce Maria Zakharova: "La Germania non è stata denazificata fino in fondo". La replica di Berlino: "Assurda propaganda russa dire che vogliamo la guerra".

  • 04 mar

    Russia: "Germania non completamente denazificata"

    Mosca accusa la Germania di pianificare attacchi a infrastrutture russe e le ambasciate dei Paesi dell'Unione europea di cercare di interferire nelle elezioni presidenziali sostenendo gli oppositori. La portavoce Maria Zakharova: "La Germania non è stata denazificata fino in fondo".

  • 04 mar

    Ue: nessun interesse a prolungare accordo sul gas russo

    "L'Ue non ha alcun interesse nel prolungare l'accordo" di transito del gas russo attraverso l'Ucraina verso i Ventisette - stretto con Mosca e Kiev nel 2019 - in scadenza il 31 dicembre. Lo ha detto la commissaria europea per l'Energia, Kadri Simson, in conferenza stampa al termine del Consiglio Energia Ue. "Le importazioni in Ue di gas dalla Russia sono diminuite del 71% dal 2021, nel 2023 hanno contribuito solo al 15% del totale dell'import", ha spiegato Simson, evidenziando che "dopo due anni" del programma "RePowerEu ci sono risultati e una rete diversificata di alternative".

  • 04 mar

    L'Ucraina: "Mai ricevuti i 16 miliardi di euro donati nel 2022"

    L'Ucraina ha affermato di non aver ricevuto 16 miliardi di euro di proventi derivanti dalle due conferenze di donatori tenutesi in Polonia nel 2022, all'inizio dell'invasione russa. L'annuncio giunge mentre restano le preoccupazioni di Kiev riguardo al sostegno militare e finanziario dei partner, con la guerra che entra nel suo terzo anno. I due eventi del 2022 hanno raccolto rispettivamente 10 miliardi e sei miliardi di euro, ha riferito il primo ministro ucraino Denys Shmygal. "L'Ucraina non ha ricevuto nulla. I fondi sono stati raccolti dalla Polonia insieme alla Commissione Ue per sostenere l'Ucraina. Dove sono andati a finire? Noi non abbiamo ricevuto nulla". Kiev ha ammesso un disperato bisogno di maggiore assistenza militare e finanziaria, in attesa di un nuovo pacchetto di aiuti statunitensi da 60 miliardi di dollari bloccato a Washington.

  • 04 mar

    Berlino: "Assurda propaganda russa dire che vogliamo guerra"

    L'affermazione secondo cui la conversazione tra i militari tedeschi intercettata dimostrerebbe che la Germania si starebbe preparando a una guerra contro la Russia è "assurda e famigerata propaganda russa". Lo ha detto il portavoce del governo tedesco Wolfgang Büchner in conferenza stampa. Il governo di Berlino considera la vicenda delle intercettazioni, durante le quali si discute del potenziale dispiegamento dei missili da crociera Taurus in Ucraina, come un tentativo deliberato di influenzare la società tedesca. "Tutto quello che si può dire - ha sottolineato il portavoce - è che nessuno dovrebbe stare al gioco di Putin".

  • 04 mar

    Dall'Italia 2,2 miliardi di aiuti militari

    Secondo il quotidiano "Il Foglio", l'impegno italiano in aiuti militari all'Ucraina è di 2,2 miliardi di euro. Secondo l'articolo, che cita come fonte "dati secretati", i numeri indicano che "ci sono altri Paesi che hanno fatto più dell'Italia", ma l'impegno di Roma nei confronti dell'Ucraina è "tre volte superiore a ciò che dicono i dati ufficiali".

  • 04 mar

    Medvedev: "Minaccia nucleare ora più grave che nel 1962"

    "La minaccia principale ora è la minaccia di un conflitto nucleare e questa minaccia è cento volte più grande rispetto a quella del 1962, durante la crisi missilistica cubana". Lo ha dichiarato il vice presidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitri Medvedev, durante un forum dedicato ai giovani. Lo riporta la Tass. "Siamo onesti - ha affermato Medvedev - allora non eravamo in guerra con gli Stati Uniti, stavamo solo misurando le nostre capacità, niente di più, ma ora stanno combattendo con noi, guardate cosa sta succedendo", ha detto Medvedev.

  • 04 mar

    Germania-Russia: Berlino: nessuna convocazione ambasciatore tedesco

    Il governo tedesco ha negato che il proprio ambasciatore a Mosca sia stato 'convocato' presso il Ministero degli Esteri russo in seguito alla pubblicazione di scambi confidenziali tra diversi ufficiali tedeschi riguardanti la fornitura di armi all'Ucraina. "Il nostro ambasciatore ha avuto un incontro previsto da tempo questa mattina presso il Ministero degli Esteri russo", ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri tedesco, Christian Wagner, rispondendo alla domanda se il diplomatico fosse stato convocato o meno.
     

  • 04 mar

    Medvedev: "L'Ucraina appartiene alla Russia"

    L'Ucraina "appartiene alla Russia" e le tensioni tra Washington e Mosca "sono più gravi rispetto alla crisi dei missili di Cuba del 1962". Lo ha dichiarato Dmitry Medvedev, ex presidente della Russia e vicepresidente del Consiglio di sicurezza, aggiungendo che le forze speciali e i consiglieri militari americani stavano già conducendo una guerra contro la Russia.

  • 04 mar

    Cremlino: "Coinvolgimento diretto dell'Occidente in Ucraina"

    Le conversazioni intercettate degli ufficiali tedeschi mostrano il coinvolgimento diretto dell'Occidente nel conflitto in Ucraina. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalle agenzie russe.

  • 04 mar

    Mosca convoca ambasciatore tedesco su conversazioni segrete

    Il ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatore tedesco a Mosca,  Alexander Lambsdorff, sulla vicenda della conversazione segreta fra militari tedeschi intercettata, in cui si parlava di potenziali attacchi al ponte russo in Crimea. Lo scrive l'agenzia Tass, che cita una fonte.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali