TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Ucraina: "Iniziata l'offensiva russa in Donbass, è un inferno" | L'esercito di Mosca prende Kreminna sparando sui civili in fuga

Missili su Leopoli, "un bimbo tra le vittime". Prosegue l'assedio a Mariupol. Sito web di Human Rights Watch bloccato in Russia

18 Apr 2022 - 23:29
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
1 di 8
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp

L'offensiva delle truppe russe contro l'Ucraina orientale "è iniziata" ed "è un inferno". Lo ha detto il governatore ucraino della regione di Lugansk. L'esercito russo ha preso in precedenza Kreminna, sparando anche sui civili in fuga e provocando quattro morti. Lo riferiscono le autorità ucraine. Intanto Mariupol, sotto assedio da oltre un mese, non si arrende. Secondo il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, "la città non esiste più". Missili sulla regione di Leopoli: sei morti, tra cui un bambino, e otto feriti. La madre di un membro dell'equipaggio dell'incrociatore russo Moskva, affondato giovedì nelle acque del Mar Nero: "Sulla nave morti 40 marinai russi".


"Sono 269 le persone uccise dai militari russi a Irpin". Lo ha denunciato Serhiy Pantelieiev, vice capo del dipartimento investigativo della polizia nazionale. Sono stati scoperti sette luoghi in cui sono state compiute le esecuzioni a Irpin, la città a nord-ovest di Kiev che ha subito pesanti combattimenti e l'occupazione russa. Lo riporta il Kyiv Independent.


Gli Stati Uniti potrebbero annunciare nuove sanzioni contro la Russia nei prossimi giorni. Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ribadendo che Joe Biden non si recherà in Ucraina. Per motivi di sicurezza non verranno resi noti i dettagli dell'eventuale viaggio del presidene nel Paese invaso dai russi.


Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato che è iniziata la temuta offensiva russa nell'est del Paese. "Possiamo ora affermare che le truppe russe hanno iniziato la battaglia per il Donbass, per la quale si stavano preparando da tempo. Una grande parte dell'esercito russo è ormai consacrato a questa offensiva".


L'offensiva delle truppe russe contro l'Ucraina orientale è iniziata. Lo ha detto il governatore ucraino della regione di Lugansk, Sergei Gaïdaï, definendo la situazione "un inferno". Sono in corso combattimenti a Rubizhne e Popasna e "scontri incessanti in altre pacifiche città", ha aggiunto.


I russi "ogni giorno sembrano più minacciosi, più arrabbiati, hanno ucciso centinaia di bambini e migliaia di civili". Lo ha detto il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov.


I russi hanno rafforzato i battaglioni nell'est e nel sud dell'Ucraina, "aggiungendone almeno dieci a quelli che già avevano". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, confermando quanto riferito da un funzionario della Difesa sui movimenti di armi da parte di Mosca in quelle zone. "Gli ucraini continuano a difendersi e lottare nel Donbass e hanno messo al sicuro alcune città".


Gli Stati Uniti nei prossimi giorni inizieranno ad addestrare le truppe ucraine a utilizzare i potenti obici che l'amministrazione Biden ha inviato in Ucraina. Lo ha detto un alto funzionario del Pentagono. Un piccolo gruppo di soldati ucraini, probabilmente esperti di artiglieria, sarà portato in un Paese vicino per apprendere il nuovo sistema. Gli obici sono armi da fuoco d'artiglieria "intermedie" tra il cannone e il mortaio.


Emmanuel Macron ha smesso di parlare direttamente con il suo omologo russo Vladimir Putin, dopo la scoperta dei massacri compiuti in Ucraina. Lo ha detto lo stesso leader dell'Eliseo: "Dopo i massacri che abbiamo scoperto a Bucha e in altre città, la guerra ha preso una piega diversa. Quindi da allora non gli ho più parlato direttamente, ma non escludo di farlo in futuro".


Volano i prezzi del gas naturale negli Stati Uniti, schizzati per la prima volta dal 2008 sopra gli 8 dollari, ai massimi da 13 anni. A spingere è la forte domanda e l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia.




La Russia sta muovendo "artiglieria pesante e velivoli" nell'est dell'Ucraina. Lo riferiscono fonti del Pentagono alla Cnn sottolineando che dalle loro analisi "sembra che Mosca abbia imparato la lezione dai fallimenti nel nord dell'Ucraina". Al momento, secondo la difesa americana, la Russia sta ancora  "preparando il terreno" per un'offensiva.


Nel Donbass ci sono segnali dell'inizio di un'operazione offensiva della Russia. Lo ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate ucraine su Facebook - secondo quanto riporta l'agenzia Unian - sottolineando che sono in corso gli attacchi missilistici e bombardamenti su infrastrutture industriali e civili. "Si stanno registrando segnali dell'inizio  dell'operazione offensiva nella zona operativa orientale. Il nemico ha intensificato le operazioni offensive nelle aree di Severodonetsk, Popasnyansky, Kurakhiv e Zaporizhzhya mentre la battaglia per Mariupol continua, con attacchi al porto", riporta l'Unian.


Gli Stati Uniti e gli alleati vogliono aumentare la pressione economica sulla Russia. Lo afferma il Dipartimento del Tesoro americano in vista del G20 dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali in calendario a Washington nei prossimi giorni a margine dei lavori del Fmi.


Funzionari e attivisti statunitensi che monitorano la situazione in Siria affermano che i russi stanno reclutando attivamente combattenti esperti per impiegarli nella guerra contro l'Ucraina. Rami Abdurrahman, direttore dell'Osservatorio siriano per i diritti umani con sede nel Regno Unito, ha riferito che circa 40mila persone si sono registrate finora con l'esercito russo e con il gruppo Wagner. Rayan Maarouf di Suwayda24, un collettivo di attivisti che segue le attività dell'Isis nel deserto siriano, ha affermato che ai combattenti sono stati promessi non meno di 600 dollari al mese, una somma di denaro enorme per i siriani, colpiti da una vasta disoccupazione.


Il presidente russo Vladimir Putin ha decorato la 64a brigata di fucilieri, che l'Ucraina ha accusato di aver partecipato ai massacri di civili commessi a Bucha, vicino a Kiev. Putin ha firmato un decreto che concede a questa brigata il "titolo onorifico per l'eroismo e tenacia, determinazione e coraggio" dei suoi uomini, ha reso noto il Cremlino. 


Yulia Tsyvova, la madre di un marinaio di leva di 19 anni imbarcato sull'incrociatore Moskva, ha detto di avere ricevuto oggi dal ministero della Difesa una telefonata in cui le è stato comunicato che il figlio, Andrei, è morto nell'affondamento dell'unità militare russa il 13 aprile. Lo riferisce il Guardian. Se la notizia fosse confermata, si tratterebbe del primo parente di un membro dell'equipaggio che afferma di aver ricevuto ufficialmente dalle autorità la comunicazione del suo decesso.


Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha sentito ieri il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, e gli ha espresso il suo "continuo sostegno al ruolo di Istanbul in relazione alla guerra in Ucraina". Come riferito in una nota, Guterres ha anche "ribadito la necessità di corridoi umanitari per la distribuzione degli aiuti e l'evacuazione delle persone".


L'accesso al sito web di Human Rights Watch (Hrw) è stato bloccato in Russia su ordine dell'ufficio del procuratore generale russo a causa di un suo reportage sull'"operazione speciale" russa in Ucraina. Lo riporta Interfax. Secondo il servizio russo per il controllo sui media, Roskomnadzor, l'accesso sarebbe stato limitato a una pagina del sito web di Human Rights Watch su ordine dell'Ufficio del procuratore generale datato 12 aprile, mentre il resto del sito è rimasto accessibile. Tuttavia, il sito web si basa sul protocollo https e il blocco di una pagina rende l'intero sito inaccessibile nel territorio russo.
 


Nei raid russi sulla regione di Leopoli "alcuni siti vicini alla ferrovia sono stati colpiti". Lo ha comunicato Oleksandr Pertsovskyi, il capo delle ferrovie ucraine, chiarendo di non poter speculare su quale fosse l'obiettivo dei bombardamenti. Anche se, ha aggiunto, non sembrava essere la ferrovia. Durante i raid - riportano i media internazionali - alcuni treni hanno cambiato percorso e altri sono stati momentaneamente bloccati. 


Il maggiore Sergiy Volyna, comandante della 36esima brigata dei Marines ucraini, assediati a Mariupol, ha scritto la lettera a Papa Francesco chiedendo di intervenire "per salvare la popolazione civile allo stremo nella città". "Sua Santità, Papa Francesco! Mi rivolgo a Lei per chiedere aiuto: è giunto il momento in cui solo le preghiere non bastano più. Aiuti a salvarli. Porti la verità nel mondo, aiuti a evacuare le persone e salvi le loro vite dalle mani di Satana, che vuole bruciare tutti gli esseri viventi".


Il "blitzkrieg economico" lanciato dall'Occidente contro la Russia attraverso le sanzioni "è fallito", mentre le stesse sanzioni stanno già provocando "un declino negli standard di vita" nei Paesi europei. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, citato dalla Tass


La situazione economica in Russia "si sta stabilizzando", cosi' come l'inflazione, con il rublo che torna ai livelli di prima dell'inizio della guerra in Ucraina. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, che ha raccomandato di "accelerare" il passaggio dal dollaro "al rublo e ad altre monete nazionali" nelle transazioni internazionali della Russia


1 di 4
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp


1 di 8
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp


Un consigliere del sindaco di Mariupol, Petro Andriushchenko, ha detto che le forze russe hanno annunciato che la città assediata sarebbe stata chiusa all'ingresso e all'uscita lunedì, avvertendo che gli uomini che restano in città "saranno controllati" per essere "ricollocati". Lo riporta la Cnn, che ha sottolineato di non aver potuto verificare la dichiarazione in modo autonomo. Il consigliere su Telegram ha detto anche che i russi hanno cominciato a distribuire dei pass per muoversi all'interno della città assediata e ha pubblicato una foto di centinaia di abitanti di Mariupol in fila per ottenere i permessi.


Il presidente Volodymyr Zelensky è tornato a chiedere all'Occidente più armi, descrivendo "ogni ritardo" nelle forniture come un "permesso alla Russia di uccidere gli ucraini".


E' di almeno 6 morti e 8 feriti il bilancio del bombardamento missilistico avvenuto stamane nella regione di Leopoli. Lo riferisce il governatore.


Due cittadini britannici che combattevano con le truppe ucraine sono stati fatti prigionieri dai russi. Lo riferisce l'agenzia Tass, secondo cui i due militari hanno lanciato un appello al premier Boris Johnson, da un canale della tv di Stato russa, chiedendo di essere liberati in uno scambio con Viktor Medvedchuk, l'oligarca e deputato dell'opposizione ucraina arrestato nei giorni scorsi dall'intelligence di Kiev.


Quattro civili che tentavano di fuggire questa mattina da Kreminna, città nella regione di Lugansk da oggi sotto il controllo di Mosca, sono stati uccisi dai soldati russi: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergiy Gaidai. Lo riporta Unian. "La mattina del 18 aprile, i residenti di Kreminna hanno cercato di evacuare con i propri veicoli. I russi hanno aperto il fuoco su un'auto con civili a bordo. Quattro persone sono rimaste uccise. Una persona gravemente ferita è ancora sul posto. I medici non possono raggiungerla a causa dei bombardamenti senza fine", ha scritto Gaidai.


"Noi a Bucha stimiamo che sia stato ucciso un abitante su cinque di coloro che sono rimasti in città durante l'occupazione dell'esercito russo. Personalmente, come migliaia di miei concittadini, provo odio per coloro che hanno torturato e ucciso i pacifici abitanti di questo posto". Lo ha detto il sindaco di Bucha, Anatoliy Fedoruk, alla televisione ucraina, citato dall'agenzia Unian.


La Russia deve affrontare "nel secondo trimestre e nell'inizio del terzo", "cambiamenti strutturali della sua economia" a seguito delle sanzioni imposte dopo il conflitto in Ucraina, cambiando il suo "modello di business". Lo ha affermato la governatrice della Banca centrale Elvira Nabiullina intervenendo alla Duma, la camera bassa del Parlamento russo.


L'esercito russo ha preso il controllo della città di Kreminna, nella regione di Lugansk. Lo ha scritto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergiy Gaidai, citato da Ukrinform. "Gli occupanti hanno preso il controllo di Kreminna. I combattimenti continuano", ha affermato. E ha aggiunto che l'evacuazione dalla città non è più possibile. "Abbiate cura dei vostri figli", ha detto rivolgendosi a coloro che non hanno ancora lasciato gli insediamenti bombardati dalle truppe russe.


Nessun corridoio umanitario per l'evacuazione dei civili dalle zone di combattimento in Ucraina sarà operativo oggi, per il secondo giorno consecutivo, a causa dei "blocchi" e dei bombardamenti russi: lo ha reso noto su Telegram la vicepremier Iryna Vereshchuk. "Per oggi, 18 aprile, purtroppo non ci saranno corridoi umanitari", neanche per la citta' devastata di Mariupol, ha scritto Vereshchuk.


Mosca afferma di avere colpito 315 strutture militari durante bombardamenti effettuati la scorsa notte in Ucraina e di avere abbattuto tre aerei ucraini: due Mig-29 e un Su-25. Tra gli obiettivi bombardati, ha precisato il portavoce del ministero della Difesa, Igor Konashenkov, vi sono 18 centri di comando, 22 batterie di artiglieria, un sistema missilistico e 275 punti di concentramento di truppe. Bombardamenti effettuati con missili Iskander hanno inoltre "eliminato quattro depositi di armi".


Un bambino è rimasto ucciso nei bombardamenti di questa mattina a Leopoli, dove sono state contate sei vittime. Lo ha riferito il governatore regionale Maksym Kozytsky, citato dalla Bbc.


Sale ad almeno 205 il numero di bambini ucraini rimasti uccisi dall'inizio dell'invasione russa, il 24 febbraio scorso. Lo rende noto l'ufficio del procuratore generale ucraino, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. I minori rimasti feriti sono almeno 362.


Le forze russe pianificano un'operazione sotto falsa bandiera a Kherson, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. Il portavoce dell'amministrazione militare regionale di Odessa, Serhy Bratchuk, ha dichiarato su Telegram che le forze russe stanno pianificando di sparare su Kherson e di accusare falsamente l'esercito ucraino. L'intenzione di Mosca, secondo Bratchuk, è quella di utilizzare l'operazione per giustificare il "salvataggio della città" attraverso un referendum.


Nel suo ultimo video-messaggio, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito di un'imminente offensiva della Russia nella parte orientale dell'Ucraina. "Le truppe russe si stanno preparando per un'operazione offensiva nell'est del nostro Paese. Che inizierà nel prossimo futuro", ha detto Zelensky. "Vogliono letteralmente distruggere e mettere finire al Donbass, ha aggiunto il presidente ucraino.


Un gruppo per i diritti umani della Crimea ha denunciato che i russi avrebbero portato via con la forza da Mariupol circa 150 bambini, 100 dei quali ricoverati in ospedale, la maggior parte strappata ai genitori. "L'esercito russo ha portato via con la forza circa 150 bambini da Mariupol e li ha trasferiti nella direzione di Donetsk occupata e del Taganrog russo", ha affermato Olha Skrypnyk, capo del gruppo per i diritti umani della Crimea, riferisce Ukrinform. Secondo Petro Andriushchenko, consigliere del sindaco di Mariupol, la maggior parte dei bambini, che non sono orfani, è stata portata via senza i genitori.


Kirill Budanov, capo della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino, ritiene improbabile l'uso di armi nucleari da parte della Russia. "Calmatevi tutti, è solo una minaccia. Anche se Putin perdesse la testa e cercasse di farlo, tecnicamente non è così facile da fare - ha detto -. Sì, potrebbe provare a farlo, ma è improbabile che ciò accada".


La città di Mariupol "non esiste più" dopo oltre un mese d'assedio da parte della Russia. Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba in un'intervista alla Cbs. "La situazione a Mariupol è terribile da un punto di vista militare e umanitario. La città non esiste più", ha spiegato sottolineando che "quel che resta dei soldati ucraini e dei civili sono circondati dalle forze russe". "Continuano a lottare ma da come si comportano le forze di Mosca sembra che vogliano radere al suolo la città ad ogni costo", ha detto ancora Kuleba. 


L'esercito ucraino ha liberato due insediamenti nella regione di Kharkiv e ha registrato un'avanzata verso altri due: lo ha detto il governatore della regione Oleh Synegubov su Telegram, secondo quanto riferito dal Kyiv Independent. "La controffensiva delle forze armate ucraine ha permesso di liberare gli abitati di Bazaliivka, Lebiazhe e parte di Kutuzivka. Nella zona del villaggio di Mala Rohan, le nostre unità si sono spostate più a Est".


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato gli alleati ad aumentare ulteriormente le sanzioni contro il sistema bancario e finanziario russo che - afferma - stanno estendendo la 'zona rublo' nelle regioni di Kherson e Zaporizhia, nel sud del Paese. "Il mondo democratico deve rispondere a ciò che stanno facendo gli occupanti nelle regioni di Kherson e Zaporizhia - ha detto Zelensky in un videomessaggio -. Lì vengono costruiti centri di tortura, le autorità locali e chiunque sia ritenuto visibile alle comunità locali viene rapito. Gli insegnanti vengono ricattati, i soldi per le pensioni vengono rubati, gli aiuti umanitari vengono bloccati e rubati e le persone muoiono di fame".


Il governo ucraino ha completato il questionario per ottenere lo status di Paese candidato all'adesione all'Ue. Lo ha reso noto Igor Zhovkva, numero due dell'ufficio di presidenza. "Ora ci aspettiamo una raccomandazione positiva da parte della Commissione, e poi la palla passerà agli Stati membri. A giugno si terrà una riunione del Consiglio europeo, dove ci aspettiamo che l'Ucraina ottenga lo status di candidato", ha affermato. Quanto ai colloqui per l'adesione, Zhovkva ha invocato "una procedura accelerata. Non possiamo permetterci 10-15-20 anni di negoziati. La maggior parte degli Stati membri ci sostiene".


Sull'incrociatore russo Moskva, affondato giovedì nelle acque del Mar Nero, sarebbero morti 40 marinai russi, e molti altri sarebbero rimasti feriti, in gran parte con gli arti mutilati. A raccontarlo alla Novaya Gazeta Europe è la madre di un membro dell'equipaggio sopravvissuto, mentre dalle fonti ufficiali russe continua a non trapelare alcun dato sulle perdite.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri