FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Mosca firma un contratto per i super missili Sarmat | Fonti Kiev: un'unità ucraina d'élite dietro l'attacco in Crimea

L'ambasciatore ucraino in Vaticano: "Il Papa venga a Bucha"

Ravenna, arrivata la prima nave carica di mais proveniente dall'Ucraina

La guerra in Ucraina è giunta al 174esimo giorno.

Mosca fa sapere di aver firmato un contratto per produrre i

super missili Sarmat

e Putin accusa l'Occidente di aver preparato "per l'Ucraina un futuro da carne da cannone". I vertici dell'esercito russo dicono di non aver bisogno di armi nucleare per raggiungere i loro obiettivi. L'ambasciatore ucraino in Vaticano chiede al Papa di visitare

Bucha

. Un alto funzionario ucraino, parlando con il New York Times in condizione di anonimato, afferma che le esplosioni nella base militare in

Crimea

sono state provocate da un'unità militare ucraina d’élite che operava dietro le linee nemiche.
  • 16 ago

    Zelensky a ucraini in Crimea: state lontani dai siti russi

     "Ogni giorno e ogni notte assistiamo a nuove segnalazioni di esplosioni nel territorio temporaneamente occupato dagli invasori. E chiedo ora a tutta la nostra gente in Crimea, in altre regioni del sud dell'Ucraina, nelle aree occupate del Donbass e nella regione di Kharkiv di prestare molta attenzione. Per favore, non avvicinarti alle installazioni militari dell'esercito russo e a tutti quei luoghi dove immagazzinano munizioni e attrezzature e dove tengono il loro quartier generale". E' l'appello lanciato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky su Telegram, nel giorno del secondo attacco contro un sito russo in Crimea.

  • 16 ago

    Mosca attacca Kharkiv con nuovi lanciatori Tornado

    Razzi d'artiglieria russi di nuova generazione sono piovuti su una zona residenziale di Kharkiv, nel nord-est dell'Ucraina: lo scrive il Kyiv Independent, citando l'ufficio del procuratore. Secondo le fonti, si tratterebbe di razzi sparati da un nuovo lanciatore multiplo 9A52-4 Tornado.

  • 16 ago

    Kiev: cyberattacco russo al sito dell'ente nucleare

    L'ente ucraino per l'energia atomica, Energoatom, ha denunciato un cyberattacco russo "senza precedenti" al suo sito web. "Il 16 agosto 2022, il più potente attacco informatico dall'inizio dell'invasione russa ha avuto luogo contro il sito web ufficiale di Energoatom", ha reso noto l'ente su Telegram. 

  • 16 ago

    Attacchi russi su Nikopol e Orihiv, un morto e almeno 10 feriti

    Le forze armate russe hanno bombardato la città di Nikopol nella regione di Dnipropetrovsk e quella di Orihiv nella regione di Zaporizhzhia. Lo riporta Ukrainska Pravda citando i governatori locali. Il bilancio sarebbe di un morto e almeno dieci feriti.

  • 16 ago

    Numero record di auto lascia la Crimea verso la Russia

    I media statali russi riferiscono che un numero record di auto ha attraversato il ponte della Crimea che collega la penisola occupata alla Russia, il che suggerisce che un certo numero di russi che si sono stabiliti nella regione dopo l'annessione nel 2014 stanno ora fuggendo. Sono almeno 38 mila automobili secondo Tass.
     

  • 16 ago

    Mosca: no via Kiev missione Aiea a Zaporizhzhia, sarebbe da "irresponsabili"

    La Russia considera assolutamente da "irresponsabili" i tentativi di Kiev e di altri Paesi occidentali di insistere sull'attuazione della missione dell'Aiea presso la centrale nucleare di Zaporizhzhia attraverso la linea di contatto, "contrariamente a considerazioni di sicurezza". Lo ha detto Mikhail Ulyanov, rappresentante permanente della Federazione Russa presso le organizzazioni internazionali a Vienna secondo Ria Novosti.

  • 16 ago

    Macron: truppe russe lascino la centrale di Zaporizhzhia 

    Emmanuel Macron ha lanciato un appello a Mosca perché ritiri le sue truppe dalla centrale di Zaporizhzhia. La situazione intorno all'impianto nucleare, dove da giorni si susseguono raid (tra scambi di accuse Mosca-Kiev), è stata al centro di un colloquio telefonico tra il presidente francese e il collega ucraino Volodymyr Zelensky. 

  • 16 ago

    Fonti Kiev: un'unità ucraina d'élite dietro l'attacco in Crimea

    Un alto funzionario ucraino, parlando con il New York Times, ha affermato, chiedendo di restare anonimo, che le esplosioni nella base militare in Crimea sono state provocate da un'unità militare ucraina d'élite che operava dietro le linee nemiche. Il Nyt ricorda che il ministero della Difesa russo ha parlato di un "atto di sabotaggio". 

  • 16 ago

    Kiev: i raid russi nel nord sono partiti dalla Bielorussia

    La Russia ha lanciato un attacco missilistico al distretto di Zhytomyr, nel nord dell'Ucraina. Lo afferma il governatore della regione Vitaliy Bunyechko su Telegram. "Sono state confermate due esplosioni nel territorio del distretto di Zhytomyr a seguito di un attacco missilistico del nemico", ha scritto Bunychenko, aggiungendo che "secondo le informazioni preliminari, i razzi che hanno colpito il distretto di Zhytomyr sono stati lanciati dal territorio della Bielorussia". L'alto funzionario ha aggiunto che "non ci sono state vittime". 

  • 16 ago

    La Crimea dichiara lo stato di emergenza dopo l'esplosione di un deposito di munizioni

    La Crimea ha dichiarato lo stato di emergenza regionale dopo che un deposito di munizioni è stato bersaglio di un presunto atto di sabotaggio. Lo ha detto il governatore della regione autonoma di Crimea, Sergej Aksenov. Un incendio è divampato nell'area di un deposito di munizioni nell'area di Maiskoye, in Crimea, provocando una detonazione, ha riferito in precedenza il ministero della Difesa russo. 

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali