FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Merkel non esclude di mediare sull'Ucraina, "ma non ora" | Scholz rilancia: "Si parli con Putin" | Boris Johnson a Kiev: "Addestreremo migliaia di ucraini"

Lavrov: "Dialogo con l'Europa sparito dalle priorità". L'Onu: finora uccisi quasi 4.500 civili. Gazprom riduce il gas ma il sistema italiano regge

Draghi e gli altri leader Ue incontrano Zelensky a Kiev

Il premier italiano Draghi, il presidente francese Macron, il cancelliere tedesco Scholz e il presidente romeno Iohanniss hanno incontrato il presidente ucraino Zelensky nel palazzo presidenziale di Kiev. "Giornata impegnativa, incontri importanti. È un piacere incontrare il presidente Macron, il cancelliere e Scholz, il primo ministro Draghi e il presidente Iohanniss a Kiev. Apprezziamo la vostra solidarietà al nostro Paese e popolo", ha scritto sul suo canale Telegram Zelensky, pubblicando le foto dell'incontro con i leader Ue. 

Leggi Tutto Leggi Meno

 

La guerra in Ucraina è giunta al 114° giorno.

Sul fronte diplomatico, Angela Merkel non esclude la possibilità di mediare "in un secondo momento" nel conflitto ucraino. L'attuale cancelliere tedesco ribadisce invece la necessità di mantenere il dialogo con Putin. Dopo gli incontri di giovedì tra i leader europei e Zelensky, Ursula von der Leyen ha annunciato che è stato raccomandato al Consiglio di dare il via libera alla concessione all'Ucraina e alla Moldavia dello status di Paese candidato all'ingresso in Ue. Intanto l'Eni ha fatto sapere che "Gazprom fornirà oggi solo il 50% del gas richiesto", ma il sistema italiano regge: l'offerta continua a superare la domanda di gas. Il premier britannico Boris Johnson arrivato a Kiev.
  • 17 giu

    Ucraina: ogni giorno 30 camion con soldati russi arrivano nel Lugansk

    Tutti gli insediamenti liberi dell'oblast di Lugansk "sono sotto pesante fuoco russo". Lo ha detto il governatore della regione di Lugansk, Serhiy Gaidai, aggiungendo che 30 tir di soldati russi giungono ogni giorno nella zona come rinforzi. Il punto più caldo è Severodonetsk. "Le battaglie in strada continuano nel centro, i russi controllano la maggior parte della città. I soldati russi stanno morendo in massa, ma sempre più assassini russi arrivano a rimpiazzarli ogni giorno".

  • 17 giu

    Almeno quattro civili uccisi da raid russi nel Donetsk

    Almeno quattro civili sono rimasti uccisi e altri sei feriti in raid russi compiuti nella regione orientale ucraina di Donetsk. Lo ha riferito il governatore Pavlo Kyrylenko, precisando che due vittime sono state registrate a Panteleimonivka, una a Bakhmut e una a Krasnohorivka. Lo riporta l'Ukrainska Pravda.

  • 17 giu

    Russia: "L'Ucraina con i confini che conoscevamo non esiste più"

    L'Ucraina "che conoscevamo all'interno di quelli che erano i suoi confini non c'è più e non ci sarà più. Questo è ovvio". Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, a margine del Forum economico di San Pietroburgo.

  • 17 giu

    Ucraina, Kuleba: pronti al dialogo con Mosca, ma no alle imposizioni

    L'Ucraina è "pronta al dialogo con la Russia, nonostante i crimini e le atrocità commesse, ma nessuno potrà imporre decisioni al nostro Paese". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba. Parlando poi di un'eventuale visita in Ucraina di Papa Francesco, ha aggiunto: "Saremmo ben felici di accogliere il Pontefice. Qui lo aspettano in molti, anche persone che non appartengono alla Chiesa cattolica. La sua visita farebbe piacere".

  • 17 giu

    Germania, Scholz, è assolutamente necessario parlare con Putin

    "È assolutamente necessario parlare con Putin": lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz intervistato da Dpa dopo la visita di ieri a Kiev. Scholz ha difeso i colloqui diretti con il presidente russo Vladimir Putin e ne ha annunciato ulteriori. "Continuerò a farlo, cosi' come il presidente francese", ha detto Scholz

  • 17 giu

    Gb, Johnson: capisco Kiev se non scende a patti con la Russia

    Il premier britannico Boris Johnson ha affermato nel corso della conferenza stampa a Kiev col presidente Volodymyr Zelensky di comprendere perchè gli ucraini non sono disposti a scendere a compromessi con la Russia di fronte alla sua "barbara" aggressione. "Continuiamo a vedere il deliberato attacco di civili, che indiscutibilmente rappresenta un crimine di guerra e, in un'orrenda eco del passato, la deportazione illegale di persone".

  • 17 giu

    Ucraina, Biden: caos in Europa se non avessimo fermato Putin

    "Sono convinto che se avessimo lasciato andare Putin (in Ucraina, ndr), non si sarebbe fermato": lo afferma Joe Biden in una intervista all'Ap di cui sono stati anticipati alcuni passi sui media Usa. Il presidente spiega che se l'Occidente non fosse intervenuto le conseguenze sarebbero state peggiori del prezzo che sta pagando e che Putin avrebbe seminato il "caos" in Europa.

  • 17 giu

    Boris Johnson a Kiev: "Pronti ad addestrare migliaia di ucraini"

    Il Regno Unito è pronto a lanciare una vasta operazione per addestrare migliaia di militari ucraini. Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson al presidente Volodymyr Zelensky nel corso della sua seconda visita a sorpresa a Kiev dall'inizio dell'invasione russa. Londra, in collaborazione coi Paesi alleati, potrebbe formare fino a 10mila soldati ogni 120 giorni.

  • 17 giu

    Putin: la Russia accoglie invito Onu al dialogo sul grano

    La Russia "accoglie con favore l'invito dell'Onu per il dialogo sulla sicurezza alimentare". Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin nel suo intervento al forum economico a San Pietroburgo. "La Russia - ha aggiunto Putin - non ostacola la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale, non abbiamo minato i loro porti". 

  • 17 giu

    Putin: "L'Ue ha perso per sempre la sua sovranità"

    "L'Unione europea ha perso irreversibilmente la sovranità" mentre "le sue élite ballano con un'altra musica". Cosi' il presidente russo Vladimir Putin nel suo discorso allo Spief a San Pietroburgo, come riporta Ria Novosti.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali