TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Zelensky: "Negoziati difficili per sbloccare porti ucraini" | Kiev: Odessa sotto attacco dei missili russi | Ue: rischio crisi alimentare senza precedenti

I comandanti Azov in carcere a Mosca. L'Ucraina vieta libri e musica russi. Secondo il New York Times, i russi hanno usato oltre 210 munizioni bandite. Medvedev: "L'Ue potrebbe sparire"

di Redazione online
20 Giu 2022 - 17:15
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa

La guerra è giunta al suo 117esimo giorno. Zelensky si aspetta che la Russia intensifichi gli attacchi contro l'Ucraina la prossima settimana e chiede "rifornimenti, alimenti, armi ed equipaggiamenti moderni". Il presidente ucraino denuncia poi una difficile trattativa per sbloccare i porti. Intanto Odessa è nuovamente sotto attacco missilistico: lo scrive Ukrainska Pravda, citando il deputato Oleksiy Honcharenko su Telegram, che ha lanciato un appello a ripararsi "nei rifugi antiaerei". Intanto, il Consiglio Ue esprime la "sua profonda preoccupazione" per il fatto che le popolazioni vulnerabili si trovino ad affrontare livelli d'insicurezza alimentare "senza precedenti". 


Secondo la vicepremier ucraina, Iryna Vareshchuk, la Russia avrebbe deportato in territorio russo 1,2 milioni di cittadini ucraini, 240mila dei quali bambini. Lo riporta il Guardian. Più di 1.500 persone si troverebbero in carcere.


Il ministro degli Esteri di Taiwan ha annunciato che Taipei donerà 500mila dollari alla città simbolo della guerra in Ucraina, Bucha, per contribuire alla ricostruzione. Lo scrive il Kyiv Independent. Il ministro, Joseph Wu, ha fatto l'annuncio durante una videochiamata con il sindaco di Bucha, Anatoliy Fedoruk. "Taiwan resterà al fianco dell'Ucraina", ha dichiarato.


Gli americani catturati in Ucraina sono "mercenari" che devono pagare il prezzo per i loro "crimini" e "non possono contare sulla protezione della Convenzione di Ginevra" sui prigionieri di guerra. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.


Mosca dovrebbe aspettare che gli americani "striscino indietro" e implorino di avere colloqui per la riduzione delle armi nucleari. Lo ha affermato L'ex presidente russo e attuale vice presidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev. Mentre era presidente dal 2008 al 2012, Medvedev ha firmato un nuovo trattato di riduzione degli armamenti con Barack Obama che è stato prorogato per cinque anni fino al 2026. Su Telegram, ha scritto che non ha senso avere colloqui di riduzione delle armi nucleari con gli Stati Uniti. "Ora tutto è una zona morta: non abbiamo rapporti con gli Stati Uniti ora", ha detto Medvedev, "Ha spiegato che "non c'è bisogno" di negoziare con gli Stati Uniti sul disarmo nucleare, aggiungendo: "Lasciateli correre o strisciare indietro da soli e chiederlo".


"Sono in corso negoziati difficili per sbloccare i porti ucraini". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky all'Unione africana aggiungendo che "l'Africa è ostaggio dell'invasione russa del nostro Paese". 


Il presidente Volodymyr Zelensky "è stato segretamente a Lysychansk". Lo annuncia la deputata ucraina Mariana Bezugla, secondo quanto scrive l'Ukrainska Pravda, che pubblica una foto del leader ucraino insieme ai militari. Zelensky, secondo il suo racconto, si sarebbe recato a Lysychansk, che continua a essere oggetto di pesanti bombardamenti, per "vedere di persona come evolve la situazione". 


"Dopo un allarme lanciato verso le 14", ora locale, "a Odessa sono stati segnalati attacchi missilistici". Lo scrive il giornale Ukrainska Pravda, menzionando quanto riportarto su Telegram dal deputato Oleksiy Honcharenko, che ha lanciato un appello a ripararsi "nei rifugi antiaerei". Il Kyiv Independent segnala "esplosioni" nella città ucraina, citando un portavoce dell'amministrazione regionale. Le esplosioni sono state udite dopo che le sirene dei raid aerei hanno suonato.
 


"È bello dare il benvenuto alla Presidente Von der Leyen prima del vertice Nato di Madrid la prossima settimana. La Nato e l'Ue sono al fianco degli ucraini che continuano a difendersi dalla brutale guerra della Russia. Continueremo a supportare a lungo l'Ucraina, nostro stretto partner". Lo scrive in un tweet il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg che ha ricevuto oggi la presidente ella Commissione Ue, Ursula von der Leyen.


"Un più pieno e costante coinvolgimento del Parlamento con riguardo alle linee di indirizzo politico che verranno perseguite dal governo italiano nei più rilevanti consessi europei e internazionali, inclusa l'eventuale decisione di inviare a livello bilaterale nuove forniture militari, funzionale a rafforzare il mandato del presidente del Consiglio in tali consessi". E' quanto scritto nel comunicato del Consiglio nazionale del M5s. Questi sono i punti su cui "auspica che l'intero Parlamento o, quantomeno, i gruppi parlamentari che sostengono il governo possano convenire". 


L'Ue è "pienamente impegnata a collaborare con i suoi partner globali" per gestire le peggiori conseguenze "sulla sicurezza alimentare" e ha adottato misure "rapide e complete". Il Consiglio esprime la "sua profonda preoccupazione" per il fatto che le popolazioni vulnerabili si trovino ad affrontare livelli d'insicurezza alimentare "senza precedenti". "La guerra di aggressione ingiustificata, non provocata e illegale della Russia contro l'Ucraina ha drammaticamente aggravato la crisi della sicurezza alimentare", si legge nel documento. In Lussemburgo è in corso il consiglio Affari esteri dell'Ue. 


Per eventuali trattative con la Russia ci servono "garanzie di sicurezza per il futuro, e crediamo che l'Italia dovrebbe essere tra i garanti. Ringraziamo per il sostegno il governo italiano". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al Global Policy Forum dell'Ispi. "Sosteneteci", ha aggiunto.


"L'Ucraina ha bisogno di aiuto: rifornimenti, alimenti, armi ed equipaggiamenti moderni". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in videocollegamento al Global Policy Forum dell'Ispi in corso a Milano.






"Negli ultimi mesi abbiamo esportato via terra una media di 1,5 milioni di tonnellate di grano, per ferrovia e su strada", ha dichiarato Olha Trofimtseva, ambasciatore presso il Ministero degli Esteri ucraino e coordinatore del Consiglio degli esportatori e degli investitori.


L'incaricata d'affari dell'ambasciata lituana a Mosca è stata convocata al ministero degli Esteri che le ha presentato una protesta ufficiale per la limitazione del transito commerciale verso l'exclave russa di Kaliningrad, aggiungendo che se il blocco non verrà revocato la Russia si riserva il diritto di "azioni volte alla difesa dei propri interessi". Lo riferiscono le agenzie russe.


L'Ucraina ha sferrato un attacco contro gli impianti di trivellazione della società di gas Chernomorneftegaz, con sede in Crimea, ferendo tre lavoratori. Lo ha scritto sul suo canale Telegram il capo della Crimea Sergey Aksyonov, come riportano le agenzie russe. "Sono in contatto con i colleghi del ministero della Difesa e dell'Fsb (Servizio di Sicurezza Federale) da questa mattina e stiamo lavorando per salvare le persone. Sulle piattaforme di trivellazione c'erano 12 persone, cinque delle quali sono state salvate e tre sono rimaste ferite. Le ricerche degli altri continuano", ha dichiarato Aksyonov. 


"Abbiamo gas pronto per l'esportazione, ma gli europei devono restituire le turbine riparate del tubo Nord Stream". Così il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, come riporta Interfax. "Gli europei non hanno restituito le turbine dal gasdotto Nord Stream dopo la manutenzione, e questo è il motivo dei ritardi nella fornitura di gas all'Europa", ha aggiunto.


Secondo le autorità militari ucraine, dall'inizio dell'invasione "sono stati uccisi 33.800 soldati russi", di cui 200 nell'ultimo giorno. Lo riporta Ukrinform.


"L'Ue resta fortemente impegnata a provvedere ad un ulteriore supporto militare per aiutare l'Ucraina nella sua azione di auto-difesa contro l'aggressione russa e nella sua azione di difesa dell'integrità e sovranità territoriale". E' quanto si legge nella prima bozza delle conclusioni del vertice europeo del 23 e 24 giugno. Il testo, nel paragrafo dedicato all'Ucraina, al punto 8, fa esplicito riferimento alla invio di ulteriori aiuti militari a Kiev.


"L'Ue ribadisce il forte sostegno all'Ucraina per la sua resilienza economica, militare, sociale e finanziaria" e "richiama la Russia al ritiro immediato e incondizionato di tutte le sue truppe dall'intero territorio ucraino secondo i confini internazionalmente riconosciuti". E' quanto si legge nella prima bozza del Consiglio europeo del 23 e 24 giugno, nel capitolo relativo all'Ucraina.


Le forze armate russe continuano a sparare sui centri abitati nel Donbass, concentrandosi su Severodonetsk e Bakhmut. Lo ha riferito lo stato maggiore dell'esercito ucraino, secondo Kyiv Indipendent, affermando che le forze armate russe stanno conducendo intensi attacchi negli oblast di Donetsk e Lugansk, utilizzando artiglieria pesante e attacchi aerei. Nell'oblast di Bryansk, al confine con l'Ucraina, la Russia avrebbe schiarato una divisione missilistica antiaerea. 


"Diamo il benvenuto alla raccomandazione della Commissione sull'Ucraina e la Moldavia, questo è un momento storico e tutti devono domandarsi cosa succederà se prendiamo le decisioni sbagliate: l'Europa cresce sempre nei momenti difficile e noi siamo a favore anche di lanciare un messaggio a Balcani occidentali, aprendo subito i negoziati di adesione con la Nord Macedonia e l'Albania". Lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco Annalena Barbock arrivando al consiglio Affari esteri in Lussemburgo. 


I russi hanno cercato di lanciare un attacco missilistico sul distretto di Belgorod-Dniester nella regione di Odessa e sulla stessa Odessa, ma i missili sono stati distrutti mentre erano in aria. Lo riporta sul canale Telegram il Comune di Odessa, come riferisce Ukrainska Pravda. "Il nemico continua ad attaccare la regione di Odessa con missili da crociera dal complesso missilistico costiero, situato nella Crimea temporaneamente occupata. Di notte c'è stato un tentativo di colpire il distretto di Belgorod-Dniester e al mattino Odessa - sostiene il Comune di Odessa -. In entrambi i casi, le forze di difesa aerea hanno distrutto i missili in aria". 


Continuano i bombardamenti a Kharkiv e nella regione. Nel villaggio di Ivanovka tre bambini sono rimasti feriti, secondo quanto riporto Volodymyr Tymoshko, capo del Parco nazionale dello Stato di Kharkiv sostenendo che i russi hanno colpito la città di Chuguev e i villaggi della regione di Kharkiv Baranovka, Ivanovka, Korobochkino. Lo riportano i media ucraini. 


Vladimir Putin ha dato personalmente il permesso alle sue forze di invasione di compiere saccheggi in Ucraina. Lo affermano i servizi di sicurezza ucraini, che hanno reso pubblica un'intercettazione telefonica di un soldato russo che lo racconta alla moglie: "Cioè, in breve, non è punibile dal punto di vista penale che noi saccheggiamo qui. Questo è permesso. Putin lo ha permesso. Ha emesso un decreto che stabilisce che i saccheggi sono consentite". La conversazione viene riportata da Ukrinform. Dalla telefonata, secondo i servizi ucraini, emerge l'invidia del soldato per il suo superiore, che ha "saccheggiato televisori, lavatrici, griglie, tutto". 


"Si tratta di una sorta di braccio di ferro, con Vladimir Putin che ha il braccio più lungo. Ma questo non significa che non si possa avere il braccio più forte esercitando la forza". Lo ha dichiarato il ministro tedesco dell'Economia e del clima Robert Habeck a Sdf heute journal riferendosi all'emergenza gas, secondo quanto riporta il Guardian. "La situazione tesa e i prezzi elevati sono una diretta conseguenza della guerra di Putin contro l'Ucraina. Non c'è errore. La strategia di Putin serve per turbarci, aumentare i prezzi e dividerci. Non lo permetteremo. Ci difendiamo in modo risoluto, preciso e ponderato", ha aggiunto. 


Il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha annunciato che due civili sono stati uccisi e 12 feriti nelle ultime 24 ore durante un attacco missilistico dell'esercito russo. Kyrylenko ha aggiunto che le truppe nemiche nel distretto stanno cercando di stabilire il pieno controllo sul villaggio di Bogorodichne e creare le condizioni per lo sviluppo dell'offensiva su Slovyansk.


Il ministero degli Esteri della Corea del Sud sta verificando la veridicità di una dichiarazione delle autorità della Russia, secondo cui quattro combattenti di nazionalità sudcoreana unitisi come volontari alle forze armate dell'Ucraina sono rimasti uccisi in combattimento in quel Paese. A dare notizia della presunta morte dei quattro sudcoreani è stato il quotidiano russo in lingua inglese "Moscow Times", che ha citato a sua volta una nota del ministero della Difesa russo. 


La Russia "probabilmente" tenterà di scoraggiare il voto e minare la fiducia degli americani nelle elezioni di Midterm di novembre, come ritorsione alla risposta occidentale guidata dagli americani all'invasione dell'Ucraina. Lo riferisce la Cnn, citando un nuovo documento declassificato dell'ufficio intelligence del ministero dell'Interno.


Il New York Times ha identificato, tramite oltre mille foto di propri giornalisti e altre fonti, più di 2mila munizioni usate dalla forze russe in Ucraina, "una vasta maggioranza delle quali non guidata". Secondo il quotidiano, oltre 210 munizioni appartengono a tipologie che sono state ampiamente messe al bando in base a vari trattati internazionali. "Quasi tutte erano munizioni a grappolo, comprese le loro sub-munizioni, che pongono un grave rischio per i civili per decenni dopo la fine della guerra", ha sottolineato il giornale, aggiungendo che "più di 330 altre armi sembrano essere state usate contro o vicino strutture civili".


Volodymyr Zelensky si aspetta che la Russia intensifichi gli attacchi contro l'Ucraina la prossima settimana, mentre il Paese attende la decisione dell'Unione europea di concederle lo status di candidato all'adesione. Secondo il presidente ucraino, i raid non saranno lanciati solo contro l'Ucraina, "ma anche contro altri Paesi europei. Noi ci stiamo preparando. Siamo pronti".


Le forze armate russe si stanno preparando a lanciare un'offensiva contro la città di Sloviansk, nel Donetsk. Lo riferisce il comando delle Forze armate ucraine, aggiungendo che le truppe di Kiev hanno respinto un'offensiva dei russi nei pressi di Berestove, sempre nel Donetsk.



L'Ucraina vieta libri e musica russi. Il Parlamento di Kiev, la Verkhovna Rada, ha approvato un disegno di legge che prevede il divieto di importazione e distribuzione di volumi e prodotti editoriali da Russia, Bielorussia e "territori temporaneamente occupati" e di quelli in russo anche da altri Paesi. Un altro disegno di legge è stato approvato per imporre "un divieto assoluto e indefinito di esibizione pubblica, proiezione pubblica, manifestazione pubblica" di "cantanti che dopo il 1991 erano cittadini dello stato aggressore". Dal divieto, si precisa, verranno esclusi i musicisti che hanno condannato l'invasione di Mosca, che saranno inclusi in un'apposita "lista bianca".


I comandanti del reggimento Azov catturati a Mariupol si trovano detenuti nella prigione di Lefortovo a Mosca. Lo riferisce una fonte russa alla Tass.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri