FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Trump alla carovana in viaggio verso gli Usa: "Go home", proteste in Messico

La gente è scesa in strada nella città di confine di Tijuana chiedendo di fermare la "invasione". "Abbiamo paura che cresca la criminalità", e sale la tensione. Intanto inizia il ritiro dei soldati Usa al confine

Donald Trump ha invitato la carovana di migranti al confine con il Messico a tornare a casa. "Go home!", ha scritto infatti su Twitter. "Il sindaco di Tijuana - ha aggiunto il presidente Usa - ha dichiarato che la città è mal preparata a gestire così tanti migranti". Allo stesso modo, ha concluso Trump, "gli Usa sono mal preparati per questa invasione e non la tollereranno. Stanno causando crimini e grandi problemi in Messico".

Messico, a Tijuana tensione e proteste contro lʼinvasione dei migranti

Proprio a Tijuana infatti la tensione tra gli abitanti sta crescendo per il timore di una "invasione" della carovana di migranti in viaggio verso Nord. Nella città di confine messicana sono già arrivate 2.400 persone e altre migliaia ne sono attese nei prossimi giorni. Così centinaia di messicani sono scesi in strada per protestare. Affermano di non avere alcun problema con la migrazione legale, ma si dichiarano fortemente contrari a quella che hanno definito "un'invasione fuori dalla legge". Alcuni dimostranti hanno chiesto al governo messicano di adottare la stessa linea dura del presidente Trump.

"Lui sta difendendo il suo confine, a differenza del nostro presidente - ha detto una manifestante, Elvia Vijeras, citata dalla Nbc -. Ora ci sarà più violenza a Tijuana".

Venerdì il sindaco di Tijuana, Juan Manuel Gastelum, aveva definito l'arrivo dei migranti una "valanga", e aveva chiesto l'aiuto delle autorità federali. Adesso Trump rincara la dose e dice: "Queste persone stanno portando criminalità e grossi problemi in Messico. Tornate a casa!". Sono circa 10mila le persone in cammino, in almeno tre diverse carovane, che stanno attraversando il territorio del Messico dirette alla frontiera con gli Stati Uniti.

Al via il ritiro dei soldati Usa al confine con il Messico - Il Pentagono, intanto sta pianificando l'inizio del ritiro delle truppe al confine con il Messico. Lo ha detto il generale Jeffrey Buchanan che coordina la missione, che aveva il compito di fermare la carovana di migranti in arrivo dal Centro America. "I circa 5.800 militari inviati per sostenere gli uomini del Customs and Border Patrol impegnati a combattere l'immigrazione illegale - ha dichiarato al quotidiano americano "Politico" - dovrebbero essere a casa entro Natale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali