FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Svezia, dona lʼutero alla sorella che non poteva avere figli

A 14 anni Lolita ha scoperto di avere una malformazione dellʼapparato genitale, ma grazie al trapianto ha avuto il suo bambino

Svezia, dona l'utero alla sorella che non poteva avere figli

Cash-Douglas è un bimbo sano di quasi tre anni: corre, parla, ama giocare con Superman. E' il figlio che Lolita Carlerup, svedese di 37 anni, ha sempre desiderato, ma che pensava non avrebbe mai avuto. All'età di 14 anni ha scoperto infatti di non avere l'utero. Ma sua sorella maggiore Linda, di 42 anni, ha deciso di farle il regalo più grande: le ha donato il suo utero permettendole così di sottoporsi alla fecondazione grazie alla quale ha potuto stringere tra le braccia il suo bambino.

Il dono - "Volevo così tanto un bambino, sapere che non potevo averlo mi ha fatto sentire per anni come morta dentro", ha detto Lolita al Mirror. Sua sorella Linda, che ha quattro figli, voleva in tutti i modi aiutarla e ha deciso così di donarle l'utero. "E' il regalo più bello che le avrei mai potuto fare", ha detto la 42enne

La decisione - Linda ha spiegato che a farle venire l'idea di donare l'organo alla sorella è stata la scoperta che anche sua figlia Angelina di 10 anni non ha l'utero. "Mi sento paradossalmente più donna ora perché ho fatto qualcosa di speciale per mia sorella come sorella e per mia figlia come madre". E Lolita ha aggiunto: "Spero che questo diventi normalità nelle famiglie. L'utero è un organo senza il quale si può vivere, non è il cuore. Il dono di mia sorella mi ha cambiato la vita". 

Il trapianto - Lolita aveva 14 anni quando ha scoperto di essere affetta dalla sindrome di MRKH: una condizione caratterizzata da aplasia congenita dell'utero. La donna è andata in depressione: "Ho sempre amato i bambini e ho sempre voluto averne uno". Il trapianto è stato effettuato nel 2013 e, dopo un periodo di convalescenza durato due anni, nel 2015 Lolita ha potuto sottoporsi alla fecondazione. La 37enne è rimasta incinta di Cash-Douglas al sesto tentativo: i primi cinque impianti di embrione sono falliti. Il bimbo è nato con il parto cesareo alla 37esima settimana e pesava 3 chili. "Lo guardo e penso sia un miracolo", ha detto Lolita.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali