FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stati Uniti, Trump vieta lo scaricamento di WeChat e TikTok dal 20 settembre: "Rubano i dati personali degli americani"

Il Dipartimento del Commercio dice no allʼutilizzo delle app di messaggistica di proprietà dei gruppi cinesi Tencent e ByteDance 

Usa, dal 20 settembre vietato scaricare TikTok e WeChat

Dal 20 settembre chi si trova negli Usa non potrà più scaricare TikTok e l'app di messaggistica WeChat. La decisione è del presidente Donald Trump, per motivi di sicurezza nazionale. Il Dipartimento del Commercio ha spiegato che il divieto "protegge gli utenti negli Usa, eliminando l'accesso a queste applicazioni e riducendo notevolmente la loro funzionalità".  Tiktok, controllata dalla cinese ByteDance, ha affermato che continuerà a sfidare "l'ingiusto ordine esecutivo".

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha emesso un ordine che impedisce, a partire dal 20 settembre, di scaricare e utilizzare TikTok e WeChat a chi si trova nel Paese. Il divieto di utilizzo delle app di messaggistica di proprietà dei gruppi cinesi Tencent e ByteDance risponde all'esigenza di "salvaguardare la sicurezza nazionale" e "proteggere gli utenti americani". E' quanto si legge in una nota del Dipartimento. 

TikTok e WeChat saranno rimosse dagli app store americani da domenica: agli utenti che già le usano, riporta il Financial Times, sarà consentito per il momento di mantenere le app sui propri cellulari, ma WeChat potrebbe diventare presto inutilizzabile a causa dell'indisponibilità degli aggiornamenti di software. Anche chi ha TikTok già installata sul proprio telefono potrà continuare a usare la app almeno temporaneamente. 

 

In una nota ufficiale il Dipartimento del Commercio Usa sottolinea che i divieti "proteggono gli utenti negli Stati Uniti eliminando l'accesso a queste applicazioni e riducendo notevolmente la loro funzionalità". "Le azioni di oggi dimostrano ancora una volta che il presidente Trump farà tutto ciò che è in suo potere per garantire la sicurezza nazionale e proteggere gli americani dalle minacce del Partito comunista cinese", ha  detto il segretario del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti Wilbur Ross.

 

Blocco TikTok-WeChat per stop raccolta dati maligna - "Su indicazione del presidente, abbiamo deciso per un'azione significativa per combattere la maligna raccolta di dati personali degli americani da parte della Cina, promuovendo allo stesso tempo i nostri valori e le norme della democrazia". Secondo Wilbur Ross "il Partito Comunista Cinese ha dimostrato di usare queste app per minacciare la sicurezza nazionale, la politica estera e l'economia americana".

 

Il Dipartimento Usa del Commercio fa sapere che "qualsiasi altra operazione proibitiva relativa a WeChat o TikTok potrebbe essere identificata in futuro". Gli Usa sono quindi pronti a nuove restrizioni, ma il Governo e' anche in attesa di prendere una decisione sull'offerta proposta da ByteDance e Oracle per le attività statunitensi di TikTok. Lo scorso 6 agosto la Casa Bianca ha emesso un ordine esecutivo per imporre la vendita di queste attività a una società statunitense. In base agli accordi proposti, però, Oracle - società Usa - sarà solo partner tecnologico della nuova società, diventandone socio di minoranza.

 

La replica: "Delusi e in disaccordo" -  "Siamo in disaccordo con la decisione del Dipartimento del Commercio, e siamo delusi dal blocco dei nuovi download da domenica e sul divieto di uso dell'app TikTok dal 12 novembre". E' questa la replica, affidata a una nota, di TikTok.

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali