FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scuola, coalizione Ue post-Covid: 4 le misure chiave per ridurre il rischio

In un documento sottoscritto dallʼOms e dal ministro Speranza le strategie anti-contagio: igiene, distanziamento e politiche ad hoc per bambini e docenti fragili

Scuola post-Covid, nuovi banchi e nuove distanze per ritornare a lezione

Una "coalizione tra i nostri Stati membri per informare delle nostre azioni e andare avanti congiuntamente per attuare le migliori misure possibili" per la scuola. E' questo il primo punto degli impegni sottoscritti, come annunciato dall'Oms e dal ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine di un summit con 53 Paesi. I governi si sono impegnati a condividere una serie di dati sull'impatto del Covid-19 sui bambini e le famiglie.

Igiene, distanziamento, protocolli ad hoc per bambini e insegnanti a rischio - Quattro le misure chiave concordate durante il vertice per ridurre il rischio negli ambienti scolastici: dalle norme di igiene base al distanziamento, a politiche specifiche per bambini a rischio  con esigenze di apprendimento o condizioni di salute speciali, come anche per i docenti con condizioni di salute più cagionevoli, che li rendono vulnerabili a infezioni più gravi. Promossa in particolari situazioni la didattica a distanza. 

 

Il documento sottoscritto - A sottoscrivere le misure, in una dichiarazione congiunta, oltre al ministro Speranza è stato anche il direttore regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità Hans Kluge. "E' realistico - si legge nel documento - preparare e pianificare la disponibilità dell'apprendimento online per integrare l'apprendimento scolastico". Necessaria la didattica a distanza in caso di chiusure temporanee, o durante la quarantena episodica, o a integrazione per l'apprendimento scolastico in circostanze in cui i bambini alternano la presenza per rispettare le esigenze di allontanamento fisico nelle aule più piccole.

 

Crisanti: "Mascherine necessarie e soglia temperatura a 37,1" - Il microbiologo dell'Università di Padova Andrea Crisanti, "padre" della strategia dei tamponi di massa, sottolinea che "la temperatura sui ragazzi va presa a scuola e non a casa, e va abbassati a 37,1. Necessarie le mascherine per i più grandi, per i piccoli si sa che non è possibile". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali