FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scafisti gettano i migranti in mare: secondo episodio nello Yemen

Fino a 180 profughi sono stati costretti a tuffarsi dal barcone: 5 corpi sono stati recuperati, circa 50 sono ritenuti dispersi. Nel frattempo, nuovo assalto al muro di Ceuta in Marocco

Scafisti gettano i migranti in mare: secondo episodio nello Yemen

Fino a 180 migranti sono stati costretti dagli scafisti a gettarsi in mare dal barcone su cui viaggiavano davanti alle coste dello Yemen: finora 5 corpi sono stati recuperati e circa 50 persone sono ritenute disperse. Lo rende noto in un comunicato l'Oim, l'agenzia dell'Onu per le migrazioni. L'episodio segue quello di mercoledì, sempre nella stessa zona, in cui almeno 50 migranti sono morti affogati per lo stesso terribile motivo.

L'agenzia Onu ha prestato soccorso a 27 sopravvissuti, donne e uomini, mentre altri 42 avevano già lasciato la spiaggia. "Ci hanno detto che il trafficante è già tornato in Somalia - ha commentato il capo missione Oim Laurent de Boeck - per proseguire nel suo business e radunare altri migranti da portare in Yemen lungo la stessa rotta. E' scioccante e disumano, le sofferenze dei migranti su questa rotta migratoria è enorme. Troppi giovani pagano i trafficanti con la falsa speranza di un futuro migliore" ha concluso.

Si tratta dunque del secondo incidente avvenuto in appena 24 ore. Mercoledì sera infatti 120 migranti adolescenti etiopi e somali sono stati lasciati deliberatamente annegare da uno scafista nella stessa zona, davanti alle coste dello Yemen. Almeno 50 di questi sono morti.

Nel frattempo un nuovo assalto al muro di Ceuta in Marocco - Nel frattempo 700 migranti subsahariani hanno tentato senza successo un assalto in massa al "muro" che separa l'enclave spagnola di Ceuta dal territorio marocchino. I profughi sono stati bloccati dalla polizia prima di raggiungere la doppia alta recinzione metallica che separa la località iberica dal Paese africano. Circa mille persone avevano fatto lo stesso martedì, ma erano state respinte dagli agenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali