FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Russia, stato dʼemergenza in un arcipelago causa "orsi affamati e aggressivi"

Segnalati alcuni casi di animali che sono entrati in case ed edifici pubblici e hanno assalito delle persone

Russia, stato d'emergenza in un arcipelago causa "orsi affamati e aggressivi"

E' ormai stato d'emergenza in una regione isolata della Russia, dove decine di orsi polari, spesso aggressivi, sono comparsi vicino a insediamenti umani. Lo riporta la Bbc, spiegando che le autorità dell'arcipelago di Novaya Zemlya, dove vive qualche migliaio di abitanti, hanno avvertito di alcuni casi di orsi che sono entrati in case ed edifici pubblici e hanno aggredito delle persone.

Gli orsi polari subiscono le conseguenze dei cambiamenti climatici e sono sempre più costretti a spostarsi per cercare cibo. La Russia li classifica come specie in via di estinzione e cacciarli è vietato. Nelle vicinanze del principale insediamento dell'arcipelago, Belushya Guba, sono stati registrati 52 orsi, mentre fra sei e 10 sarebbero costantemente sul suo territorio. Vigansha Musin, responsabile dell'amministrazione locale, fa sapere che più di cinque orsi si trovano sul terreno della caserma locale dell'esercito, dove sono basate le forze di difesa aerea.

Per ora l'agenzia federale russa incaricata della protezione dell'ambiente ha rifiutato l'autorizzazione per l'abbattimento degli "animali piu' aggressivi", ma ha deciso di inviare una commissione per valutare la situazione. Il mese scorso il ministero della Difesa annunciato che oltre 400 edifici militari di epoca sovietica sono stati demoliti tra il 2015 e il 2018 perché vi si erano installati degli orsi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali