FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Report sul Partygate, i laburisti attaccano Johnson: "È ora che se ne vada"

Secondo il rapporto le feste a Downing Street durante le restrizioni per il Covid rappresentano "la cultura della violazione delle regole". Il premier si assume le responsabilità: "Ora guardiamo avanti"  

boris johnson
ipa

Dietro al cosiddetto Partygate c'è una "cultura della violazione delle regole" che ha permesso che, in piena pandemia, si svolgessero eventi che "non avrebbero dovuto essere autorizzati".

E' il succo del rapporto sui fatti accaduti nella stanza dei bottoni inglese, secondo quanto ricostruito nel dossier redatto da Sue Gray, Alta Funzionaria della polizia metropolitana. Il rapporto è finito dritto alla Camera dei Comuni e rischia di costare carissimo a Johnson. "È ora che il premier conservatore

faccia i bagagli perché il gioco è finito

" dice il leader dell'opposizione laburista, Keir Starmer che aggiunge che non può restare al suo posto chi pretende di fare le leggi e allo stesso tempo le viola".

Le accuse a Johnson -

"Quando i nostri leader non sono all'altezza, la Camera deve agire" ha spiegato Starmer . Il rapporto Gray "mette a nudo

il marcio

 - ha proseguito - che con questo premier si è diffuso a Downing Street e fornisce prova definitiva del totale disprezzo mostrato da coloro che erano nel Palazzo verso i sacrifici del popolo britannico". Il rapporto è una testimonianza della "arroganza" del governo e "

non è più possibile difendere il premier

" ha chiosato Starmer.


 



La risposta del premier -

Johnson stesso si è dichiarato "sorpreso e deluso" delle nuove rivelazioni emerse dal rapporto ma ha pienamente riconosciuto il lavoro investigativo svolto. Ha aggiunto di non aver fuorviato in maniera consapevole il Parlamento sulla ricostruzione. E sulla sua partecipazione ad alcuni di questi eventi in violazione delle norme anti-contagio si è giustificato affermando di aver voluto

manifestare la sua vicinanza allo staff di Downing Street che in quel periodo "stava lavorando duramente e per molte ore

"

. Johnson ha concluso affermando di "aver imparato la lezione" e dicendosi fiducioso rispetto ai cambiamenti fatti e alle nuove strutture introdotte a Downing Street, con l'idea di fondo che

ora si deve andare avanti e superare lo scandalo

.


 


 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali