FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Londra, rogo Grenfell Tower: un nuovo rapporto punta il dito anche contro i pompieri

I vigili del fuoco sono accusati di un "insufficiente addestramento per una situazione così estrema": nellʼincendio del 2017 morirono 72 persone

Un nuovo rapporto sul rogo della Grenfell Tower di Londra, in cui nel 2017 morirono 72 persone, punta il dito contro i vigili del fuoco. I pompieri sono accusati di "gravi manchevolezze", tra cui la lentezza nella risposta al numero d'emergenza, l'indicazione di rimanere chiusi nelle case e l'insufficiente addestramento per una situazione così estrema.

Indicazioni fatali - Nel rapporto si riconosce "il coraggio" dei pompieri che intervennero. Ma si sottolineano, tra le altre cose, le lentezze nella risposta del numero d'emergenza 999, gli errori e le decisioni discutibili prese durante l'operazione, la fatale indicazione ("stay put") di rimanere barricati negli appartamenti (rivelatasi micidiale specialmente per alcuni inquilini dei piani alti, come la coppia di architetti italiani), o l'insufficientemente addestramento mostrato in una simile circostanza. Tutti fattori che si ritiene abbiano contribuito a rendere quanto meno più pesante il bilancio dei morti.

 

Vittime italiane - La Greenfell Tower era un grattacielo popolare ai margini del quartiere dorato di Chelsea e Kensington. Tra le vittime del rogo anche i giovani architetti veneti Gloria Trevisan e Marco Gottardi. Il rapporto è stato stilato nell'ambito dell'inchiesta indipendente, ancora in corso, presieduta dal magistrato in pensione sir Martin Moore-Bick. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali