FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lo scherzo telefonico a Trump: un comico si finge senatore e The Donald ci casca

Eʼ polemica sul sistema di sicurezza della Casa Bianca: a John Melendez è bastato chiamare il centralino per mettersi in contatto con il presidente

Lo scherzo telefonico a Trump: un comico si finge senatore e The Donald ci casca

"Congratulazioni, siamo fieri di te e di come stai lavorando". A pronunciare queste parole è Donald Trump che crede di parlare a telefono con il senatore del New Jersey Robert Menendez. In realtà dall'altra parte della cornetta c'è il comico statinutense John Melendez che ha postato la registrazione della conversazione con il presidente sul suo sito. Lo scherzo telefonico, per quanto potrebbe sembrare innocuo, ha acceso una polemica sul sistema di sicurezza della Casa Bianca. Al comico infatti è bastato chiamare il centralino per mettersi in contatto con il magnate.

Secondo quanto raccontato da John Melendez, il comico ha prima chiamato la Casa Bianca fingendosi l'assistente di Menendez e ha lasciato il numero del senatore chiedendo che venisse richiamato il prima possibile dal presidente, in quel momento a bordo dell'Air Force One di ritorno da un comizio nel North Dakota. Dopo poco più di un'ora Melendez è stato prima richiamato dal genero di Trump, Jared Kushner, e poi dallo stesso presidente.

Il comico ha pubblicato il podcast  della conversazione sul suo sito. I due hanno parlato diversi minuti. Il presidente si è prima congratulato con lo pseudo-senatore per il suo operato, poi hanno affrontato l'argomento dell'immigrazione e dei candidati alla Corte suprema.

Sulla vicenda la Casa Bianca ha emesso un comunicato per la Cnn in cui non ha smentito la telefonata: "Il presidente vuole essere una figura accessibile per i membri del Governo e ha piacere a comunicare con loro in qualsiasi momento lo desiderino. Il lato negativo di questo atteggiamento è che a volte i canali di comunicazione risultano essere eccessivamente aperti: errori del genere possono capitare".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali