Le notizie in tempo reale

Iran, morte del presidente Raisi: martedì i funerali a Tabriz | Aperta un'inchiesta: l'incidente causato da un guasto tecnico

Proclamati cinque giorni di lutto nazionale. Mohammad Mokhber assume la presidenza ad interim. Le elezioni si terranno l'8 luglio

20 Mag 2024 - 21:25
LIVE
Ultimo aggiornamento: 26 giorni fa

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto nell'incidente che ha coinvolto l'elicottero sul quale viaggiava insieme al suo entourage. Il suo primo vice Mohammad Mokhber ha assunto la presidenza. Le elezioni presidenziali iraniane si terranno l'8 luglio. Intanto le spoglie di Raisi e delle altre vittime (almeno otto secondo la stampa iraniana) sono state portate a Tabriz, dove martedì avrà luogo la cerimonia funebre. Poi il trasferimento a Teheran e la sepoltura nella sua città natale, a Mashhad. Tutte le attività culturali e artistiche in Iran saranno sospese per sette giorni, mentre la Guida suprema Ali Khamenei ha decretato cinque giorni di lutto nazionale. Aperta un'inchiesta sull'incidente che, come afferma l'agenzia di Stato iraniana, "è stato causato da un guasto tecnico".

© Tgcom24

© Tgcom24

Il capo della Mezzaluna Rossa iraniana, Pir Hossein Kolivand, ha spiegato che dopo ore di ricerche da parte delle squadre di soccorso (ne sarebbero state impiegate 73), "quando è stata scoperta la posizione dell'elicottero precipitato non è stata trovata alcuna traccia di passeggeri vivi". Il relitto dell'elicottero, secondo quanto riferito dal Kolivand, è stato trovato sulla strada per il villaggio di Khoilar-Kalam: le squadre di ricerca hanno trovato parti della deriva di coda e della pala del velivolo su una collina.

Successivamente, la notizia della morte di Raisi è stata confermata anche dalla tv di Stato iraniana, che ha definito il presidente "martire del servizio" precisando che luogo e data della cerimonia funebre saranno comunicati in seguito. I corpi del presidente iraniano e delle altre vittime dell'incidente sono stati quindi trasferiti a Tabriz, nell'Iran nordoccidentale, vicino al luogo del disastro aereo.

In un comunicato, il governo ha quindi specificato che la morte di Raisi non causerà "il minimo turbamento nell'amministrazione" della Repubblica islamica d'Iran. "Il presidente del popolo iraniano, laborioso e instancabile, ha sacrificato la sua vita per la nazione", sottolinea il governo, spiegando che "assicuriamo alla nazione leale che, con l`aiuto di Dio e il sostegno del popolo, non ci sarà il minimo turbamento  dell'amministrazione del Paese".

L'elicottero che trasportava Raisi era molto probabilmente un Bell 212, operativo dalla fine degli anni Sessanta del secolo scorso. Il Bell 212 è stato prodotto prima negli Stati Uniti e poi in Canada, e l'Iran ne aveva acquistati alcuni esemplari usati dalle forze armate statunitensi nel 1976. All'incidente, oltre al maltempo, potrebbero aver contribuito le difficoltà dell'Iran nel reperire componenti di ricambio a causa delle sanzioni. 

Fotogallery - Le ultime foto di Raisi in elicottero prima dell'incidente

1 di 13
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp


"Credo nel caso di Raisi si sia trattato di incidente tecnico: si tratta di elicotteri medievali dei tempi dello Shah. Mi auguro che i nuovi governanti, in attesa del voto, lavorino per la stabilità, la pace in un'area molto complicata. L'Iran ha un ruolo molto delicato". Lo afferma il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, partecipando a Quarta Repubblica su Rete 4.


Le elezioni presidenziali iraniane si terranno l'8 luglio. Lo affermano le agenzie Irna e Tasnim, parlando della decisione presa nel corso della riunione che si è tenuta alla presenza del primo vice presidente e capo di stato ad interim Mohammad Mokhber e degli altri vertici dei poteri dello stato iraniano. Secondo il calendario elettorale approvato, la registrazione dei candidati avverrà dal 10 al 14 giugno e la campagna elettorale si svolgerà dal 23 giugno fino alla mattina del 7 luglio. La decisione è stata presa in base all'attuazione dell'articolo 131 della Costituzione che prevede che siano indette elezioni entro 50 giorni dalla morte o dalle dimissioni del presidente. Poco prima la tv di Stato aveva diffuso la notizia del voto approvato per la data del 28 giugno.



Il governo americano offre le sue condoglianze per la morte del presidente iraniano". Lo ha detto il portavoce del consiglio per la sicurezza nazionale John Kirby, spiegando ai reporter che lo incalzavano sul fronte dei diritti umani e della repressione che le condoglianze sono una "prassi tipica" ma "è fuori discussione che Raisi avesse molto sangue sulle sue mani". Gli Usa, ha aggiunto, "continueranno a chiedere conto a Teheran per il suo comportamento destabilizzante".


"Invio le condoglianze per la morte del presidente Ebrahim Raisi, del ministro degli esteri Hossein Amir-Abdollahian e di tutti coloro che sono morti nell'incidente dell'elicottero di ieri. Affidando le anime dei defunti alla misericordia dell'Onnipotente e con le preghiere per coloro che piangono la loro perdita, soprattutto le loro famiglie, invio l'assicurazione della vicinanza spirituale alla Nazione in questo momento difficile". E' il telegramma di cordoglio per la scomparsa del presidente dell'Iran, Ebrahim Raisi, inviato da papa Francesco al Grande Ayatollah Sayyed Ali Hosseini Khamenei, Guida suprema della Repubblica Islamica.


L'Iran ha chiesto l'assistenza degli Stati Uniti sull'incidente i cui è morto il presidente Ebrahim Raisi. Lo afferma il Dipartimento di Stato.


L'incidente dell'elicottero in cui ha perso la vita il presidente iraniano Raisi e' avvenuto per "un guasto tecnico". Lo scrive l'agenzia di Stato iraniana Irna.


Dopo la cerimonia funebre in programma domani a Tabriz, nel nord-ovest dell'Iran, il corpo del presidente iraniano Ebrahim Raisi sarà trasferito a Teheran, dove mercoledì è prevista una preghiera dell'ayatollh Ali Khamenei, prima di essere sepolto giovedì nella sua città natale, Mashhad, nel nord-est del Paese. Lo riporta l'agenzia di stampa Irna, citando il direttore dell'ufficio dell'Organizzazione iraniana di diffusione dell'islam a Tabriz. Secondo Hojjatoleslam Mahmoud Hosseini, domani ci sarà anche un corteo funebre a Tabriz che terminerà all'aeroporto, mentre mercoledì la Guida suprema iraniana, Ayatollah Ali Khamenei, pregherà sul corpo del presidente, che sarà sepolto il giorno dopo nella sua città natale, Mashhad.


Gli Stati Uniti offrono le loro condoglianze all'Iran per la morte del presidente Ebrahim Raisi. Lo afferma il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller. "Mentre l'Iran sceglie il suo nuovo presidente, noi ribadiamo il nostro sostegno alla popolazione iraniana e alla sua lotta per i diritti umani e le liberta' fondamentali", aggiunge Miller.


Gli Stati Uniti "respingono" la richiesta del procuratore della Corte penale internazionale Karim Khan di emettere mandati di arresto per Benyamin Netanyahu, il suo ministro della Difesa Yoav Gallant e i leader di Hamas. "Rifiutiamo l'equiparazione di Israele con Hamas. E' vergognosa". Lo afferma il segretario di stato Antony Blinken, sottolineando che l'annuncio potrebbe mettere in pericolo le trattative per un cessate il fuoco.


Le elezioni presidenziali in Iran sono programmate per il 28 giugno. Lo ha reso noto un funzionario della commissione elettorale, come riporta la Tass.


Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha osservato un minuto di silenzio in memoria del presidente iraniano Ebrahim Raisi, morto ieri nell'incidente in elicottero.


Il capo di Stato maggiore iraniano ha ordinato un'inchiesta sullo schianto dell'elicottero su cui viaggiava il presidente Ebrahim Raisi. Lo riferiscono i media locali. 


"Con profondo dolore e rammarico, ho ricevuto l'amara notizia della morte del presidente del popolo, il competente e laborioso Haj Sayyid Ebrahim Raidi, e del suo stimato entourage". Lo scrive su X la guida suprema iraniana, Ali Khamenei. Nella stessa tragedia, prosegue, hanno perso la vita "figure di spicco come il leader della preghiera del venerdì di Tabriz, Hujjat Al-Islam Ale-Hashem, il diligente e attivo ministro degli Esteri, Amir-Abdollahian e anche altre persone che li accompagnavano". Per Raisi, ricorda Khamenei, "il benessere e la soddisfazione del popolo, che era un segno della soddisfazione di Diov, avevano la precedenza su tutto il resto, e il dolore che soffriva a causa dell'ingratitudine e degli insulti di alcuni malvagi non lo hanno dissuaso dal suo impegno e dagli sforzi continui per il progresso e il miglioramento". 


"Siamo dispiaciuti, avevamo parlato con il ministro degli Esteri qualche settimana fa e anche quando non si condividono le idee la morte è sempre un fatto negativo. Esprimiamo tutte le nostre condoglianze". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani arrivando al Summit Yourth 7 Italy 2024 alla Farnesina. 


Il leader iraniano Khamenei ha annunciato cinque giorni di lutto nazionale per la morte del presidente Raisi. 


I funerali del presidente iraniano Ebrahim Raisi si terranno martedì a Tabriz. Lo riporta l'agenzia di stampa iraniana Meh, citata dalla Tass. 


Il presidente russo Vladimir Putin ha avuto un colloquio telefonico con il presidente ad interim iraniano Mohammad Mokhber, che ha sostituito Ebrahim Raisi. E' quanto riferisce l'agenzia Ria Novosti. 


Il presidente cinese Xi Jinping ha definito la morte del presidente iraniano Ebrahim Raisi come "una grande perdita per la sua gente". Lo riferisce il ministero degli Esteri di Pechino.


"Un vero amico della Russia". Così il presidente russo Vladimir Putin ha definito il presidente iraniano Ebrahim Raisi in un messaggio di condoglianze alla leadership iraniana per la sua morte. Lo riferisce la Tass.


Il percorso della politica estera iraniana continuerà' sotto la guida del leader Ali Khamenei dopo la morte del presidente Ebrahim Raisi: lo ha reso noto in un comunicato il Consiglio strategico per le relazioni estere, riporta l'Irna. "Il presidente e il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian hanno fatto tutto il possibile per concretizzare gli interessi nazionali della Repubblica islamica e hanno compiuto sviluppi ammirevoli nella lotta contro le sanzioni tiranniche degli stranieri contro l'Iran, nonché nel sostegno al movimento di resistenza nella regione e al popolo eroe della Palestina".


Il presidente iraniano Ebrahim Raisi e il suo ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian erano "veri amici" della Russia. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato dalla Tass, sottolineando il ruolo di entrambi "nel rafforzamento della cooperazione russo iraniana e la partnership di fiducia".


I corpi del presidente iraniano Ebrahim Raisi e delle altre vittime dell'incidente all'elicottero su cui viaggiavano vengono trasferiti a Tabriz, nell'Iran nordoccidentale, vicino al luogo del disastro aereo. Lo riferisce il capo della Mezzaluna rossa iraniana Pir-Hossein Kolivand citato dai media, confermando che il trasferimento è in corso. Le operazioni di ricerca si considerano dunque concluse.


Il governo iraniano ha annunciato che continuerà ad operare "senza interruzioni" dopo la morte del presidente Raisi. "Il presidente del popolo iraniano, laborioso e instancabile, ha sacrificato la sua vita per la nazione", si legge in un comunicato del governo. "Assicuriamo alla nazione leale che, con l'aiuto di Dio e il sostegno del popolo, non ci sarà la minima interruzione nell'amministrazione del Paese", aggiunge la nota.


La tv di Stato iraniano ha dato la notizia ufficiale della morte del presidente Ebrahim Raisi, definendolo "martire del servizio" e precisando che saranno resi noti il luogo e l'ora della cerimonia funebre.


La Mezzaluna Rossa iraniana ha annunciato la morte del presidente iraniano Ebrahim Raisi che si trovava a bordo dell'elicottero che si è schiantato nelle zone montuose del nord-ovest dell'Iran. Lo riporta l'agenzia russa Tass. Nell'incidente sono morti tutti i passeggeri e l'equipaggio dell'elicottero.


"Non c'è segno di vita nell'elicottero" del presidente iraniano Ebrahim Raisi "e la cabina è bruciata", affermano i media iraniani mostrando le immagini dei soccorritori della Mezzaluna rossa in azione con un dispositivo di monitoraggio.


Gli Hezbollah libanesi hanno reso omaggio al presidente iraniano Ebrahim Raisi morto in un incidente aereo definendolo il "protettore dei movimenti di resistenza".


Il "relitto dell'elicottero" del presidente Ebrahim Raisi è stato trovato sulla strada per il villaggio iraniano di Khoilar-Kalam, afferma il capo della Mezzaluna rossa locale Pir Hossein Koolivand. Le squadre di ricerca hanno trovato parti dell'ala e della pala del velivolo su una collina e si sono mosse verso il posto, ha detto Kolivand aggiungendo: "Presto informeremo le persone sulla situazione precisa".


La Mezzaluna rossa iraniana afferma che è stato ritrovato l'elicottero del presidente Ebrahim Raisi e che "la situazione non è buona".

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri