FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Hong Kong, rilasciato lʼattivista Joshua Wong: "Detenzione inaccettabile, speculazioni infondate"

Il 22enne contesta il provvedimento di domenica 8 settembre per violazione dellʼobbligo di dimora. Ora sono previsti viaggi in Germania e Usa

joshua wong, hong kong

Joshua Wong, il 22enne leader del "movimento degli ombrelli" del 2014 e ora attivista alle manifestazioni di Hong Kong, è stato rilasciato su cauzione dopo l'arresto di domenica 8 settembre per aver violato i termini della libertà condizionata. "La mia detenzione è stata del tutto inaccettabile perché basata su speculazioni infondate", sono state le prime parole di Wong, che ha ottenuto il permesso di recarsi all'estero: sarà in Germania e Usa fino al 23 settembre.

Le prime parole dell'attivista - "La detenzione mi ha privato della libertà di movimento" ha dichiarato Joshua Wong al tabloid tedesco Bild. "Ora che posso finalmente iniziare il mio viaggio a Berlino, vorrei ringraziare i miei colleghi che hanno lavorato tutta la notte per fornire tutto il supporto necessario nella circostanza del mio arresto". Intanto, il ministro degli Affari Esteri tedesco Heiko Maas ha ricevuto la notizia dell'arrivo di Wong e ha dichiarato che potrebbe incontrarlo nel pomeriggio. Sempre il quotidiano berlinese riferisce che il leader del "movimento degli ombrelli" era stato invitato come ospite d'onore alla festa Bild-100, prevista per lunedì 9 settembre nel ristorante sulla terrazza del Bundestag.

Le cause dell'arresto - L'attivista pro-democrazia era stato arrestato domenica 8 agosto, di rientro da un viaggio da Taiwan, per la violazione delle regole della libertà vigilata. Dopo il precedente arresto di agosto infatti, Joshua Wong aveva l'obbligo di dimora dalle 23 alle 7 del mattino.