FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Donna fa a pezzi e cucina i resti del compagno che voleva sposare unʼaltra

Lʼuomo aveva vissuto con lei per sette anni facendosi mantenere economicamente, salvo poi decidere di lasciarla

Donna fa a pezzi e cucina i resti del compagno che voleva sposare un'altra

A incastrarla un dente del compagno rimasto intrappolato nel frullatore con il quale lo ha sminuzzato e poi cucinato, dopo averlo ucciso e macellato accuratamente: così una donna marocchina è stata arrestata con l'accusa di avere commesso l'omicidio del fidanzato, "reo" di volere sposare un'altra. Secondo la ricostruzione fornita anche dal "New York Times", il macabro episodio sarebbe avvenuto negli Emirati Arabi Uniti, ad Al Ain, mentre le generalità della fermata non sono state rese note, così come la data alla quale risalirebbero i fatti.

I resti dell'uomo sono stati cotti secondo una ricetta tradizionale a base di carne e riso. Ad allertare la polizia è stato il fratello della vittima. Sono stati gli esami del DNA a confermare che i resti umani trovati nella cucina corrispondevano a quelli del fidanzato.

Davanti a queste prove, la donna si sarebbe giustificata dicendo di avere agito in un attimo di follia, accecata dalla sete di vendetta: il compagno aveva vissuto con lei per sette anni facendosi mantenere economicamente, salvo poi decidere di sposare un'altra in Marocco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali