FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa 2020, la sfida delle elezioni presidenziali: date, risultati e come funziona il voto | Tutto nello Speciale Tgcom24

La guida alla sfida Trump-Biden del 3 novembre: chi sarà il 46esimo presidente degli Stati Uniti? Oltre 150 milioni di voti attesi sui 240 aventi diritto

Inizia il conto alla rovescia per le presidenziali americane. Il 3 novembre gli Stati Uniti saranno chiamati a scegliere i cosiddetti Grandi Elettori che a loro volta eleggeranno il 46esimo presidente della loro storia. La sfida è tra l'attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, che corre per il partito repubblicano, e Joe Biden, ex vicepresidente di Barack Obama e candidato dei democratici. Ci si aspetta una partecipazione record: oltre 150 milioni di votanti sui 240 aventi diritto. Seguiremo in diretta minuto per minuto le ultime ore del voto e i risultati, anche per singoli Stati, nello Speciale di Tgcom24.

Il contesto "inedito" del voto - La consapevolezza che le presidenziali del 2020 saranno completamente diverse da tutte le altre è sempre più radicata nell'opinione pubblica statunitense e mondiale. Sul voto infatti pesano in primis la pandemia di coronavirus, che vede gli Usa come il Paese più colpito a livello globale, la conseguente crisi economica e le proteste e i disordini legati al movimento dei Black Lives Matter.

 

Quando si vota e quando giura il presidente - Le elezioni si terranno martedì 3 novembre. La scelta del martedì non è casuale: da tradizione, infatti, le urne si aprono nel primo martedì dopo il primo lunedì di novembre. Tranne che in Colorado e in Oregon, dove a causa dell'emergenza Covid si può votare solo per posta, in tutti gli altri Stati le urne rimarranno aperte dalle 7 del mattino alle 20 locali. Il 3 novembre gli elettori saranno chiamati a eleggere i Grandi Elettori, che a loro volta il 14 dicembre si riuniranno nel Collegio elettorale per eleggere il nuovo presidente e il vicepresidente. Il futuro inquilino della Casa Bianca giurerà infine a Washington il 20 gennaio 2021.

 

Come si vota - Nel sistema elettorale degli Stati Uniti, che sono una nazione federale, non è il voto popolare a decidere il presidente. Il voto è indiretto: gli elettori esprimono il cosiddetto Collegio Elettorale (Electoral College) formato da 538 Grandi Elettori, divisi tra i vari Stati sulla base della loro rilevanza demografica. Vince chi riesce a ottenere almeno 270 Grandi Elettori, che è il quorum necessario per l'elezione. In caso di parità, cioè se i due sfidanti conquistano 269 voti ciascuno, a decidere è il Congresso degli Stati Uniti. Per diventare presidente degli Stati Uniti è necessario soddisfare tre requisiti: bisogna avere più di 35 anni, essere nato negli Stati Uniti e risiedervi da almeno 14 anni.

 

I risultati - In Italia i risultati ufficiali delle elezioni inizieranno ad arrivare a notte fonda. Nel 2016, Trump declamò il suo discorso da vincitore quando in Italia erano circa le 8:50.

 

Il voto postale - Il voto postale nel 2020 avrà un impatto particolarmente significativo a causa della pandemia. E' ancora in dubbio quale percentuale rappresenterà a conti fatti, ma sarà significativa e forse decisiva: inizialmente stimato tra il 50% e il 70% del totale, più di recente le previsioni si sono ridimensionate a circa il 35%, in ogni caso superiore al 25% del 2016.

 

Usa 2020, l'ultimo duello Trump-Biden

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali