FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, epidemiologa Israele: "Abbiamo convinto i no-vax a vaccinarsi anche grazie all'istituzione di premi" 

La professoressa Francesca Levi Schaffer rivela: "L'obiettivo è quello di concludere la campagna entro maggio, poi in estate richiami per tutti" 

Vaccino e birra: a Tel Aviv la campagna anti-Covid continua al bar

In Israele, "per convincere i no-vax a vaccinarsi sono stati anche istituiti dei premi: per esempio nei quartieri ultraortodossi pizza familiare per tutti, mentre per i giovani un thermos in omaggio. Ha funzionato". Lo ha affermato l'epidemiologa dell'Università di Gerusalemme, la professoressa Francesca Levi Schaffer. "Il passo vincente è prima di tutto la disponibilità di vaccini e poi l'attività di convincimento verso chi era riluttante", ha aggiunto. 

"Abbiamo così tanti vaccini che alcuni li regaliamo ai paesi vicini - ha detto ancora l'epidemiologa in un'intervista a Radio Capital -. Siamo riusciti ad aprire palestre, teatri e concerti. Sempre con distanziamento e mascherina. Nelle classi si guarda con diffidenza agli studenti che non si sono vaccinati. L'obiettivo è vaccinare tutti gli israeliani entro maggio, poi in estate i richiami per tutti".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali