FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bomba Londra, il 18enne arrestato è un rifugiato siriano | Fermato anche un 21enne suo connazionale

Entrambi avrebbero legami con con Penelope e Ronald Jones, i due anziani benefattori del Surrey che per anni li hanno ospitati

La polizia britannica ha annunciato di aver arrestato un secondo sospetto per l'attacco alla metropolitana di Londra avvenuto venerdì. Il suo nome è Yahyah Farroukh, di 21 anni, fermato nella notte nella zona di Hounslow, nella periferia occidentale della City. Un 18enne era già stato arrestato sabato nel porto di Dover, nel sud dell'Inghilterra. Si tratta di un rifugiato siriano e, secondo gli inquirenti, sarebbe l'esecutore materiale dell'attacco.

Al pari del nuovo arrestato, anche il 18enne era statoaffidato alla coppia di anziani benefattori, Penelope e Ronald Jones, residenti a Sunbury-on-Thames, nel Surrey. Il giovane era stato fermato dalla polizia due settimane fa, per poi essere rilasciato. I vicini dei Jones affermano che oltre a lui c'era ospite un secondo giovane siriano, "molto silenzioso".

Il governo inglese: "Il secondo arresto non fa pensare a un lupo solitario" - Il secondo arresto non fa pensare che dietro l'attacco ci fosse solo un "lone wolf", un lupo solitario. Lo ha detto alla Bbc il ministro dell'Interno britannico, Amber Rudd, secondo cui è comunque "troppo presto per trarre delle conclusioni". Inoltre non ci sono ancora prove che sia responsabile dell'attacco l'Isis, nonostante sia inevitabile che venga chiamata in causa l'organizzazione terroristica.

Stanziati altri 27 milioni di euro contro il terrorismo - Il governo britannico, ha poi aggiunto Rudd, ha stanziato altri 24 milioni di sterline (27 milioni di euro) contro il terrorismo dopo l'ultimo attentato di Londra. Il ministro ha quindi respinto le polemiche sui tagli alla polizia voluti dai governi conservatori che avrebbero reso il Paese meno sicuro

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali