FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sekiro: consigli da leggere prima di iniziare, parte 2

Vi accompagniamo con mano nello spietato mondo di From Software: ecco la seconda parte dei consigli di Mastergame

Sekiro: consigli da leggere prima di iniziare, parte 2

Continuiamo oggi la lista di dritte che è importante far proprie prima di gettarsi nella mischia (qui trovate la prima parte) in Sekiro: Shadows Die Twice, l’ultimo sforzo di Hidetaka Miyazaki e compagni, padri, tra le altre cose, dei cosiddetti soulsborne.

Rigenerazione della postura

La postura si rigenera rapidamente quando voi o il vostro nemico siete a piena vita, ma assai più lentamente mano a mano che si subiscono danni. Potete notarlo grazie al colore di sfondo della barra: il giallo indica una rigenerazione più lenta del normale, mentre il rosso la quasi totale assenza di recupero di postura.

Alcuni nemici più resistenti, come i mini boss, che richiedono più di un colpo mortale per essere abbattuti, spesso rigenerano la loro Postura in fretta fino al raggiungimento di un livello critico di salute – ma l’indicatore può essere comunque svuotato adottato uno stile di gioco aggressivo.

Se faticate a riguadagnare la vostra Postura, ricordatevi che si rigenera a una velocità maggiore se rimanete in posizione di blocco – attenti però, in questo stato, ai colpi nemici, altrimenti vanificherete gli sforzi.

I nemici subiscono più danni in aria, e anche voi

A differenza di Dark Souls e Bloodborne, Sekiro ha un tasto dedicato al Salto. Questo, oltre ad aprire a nuovi opzioni in termini di navigazione nella mappe, aggiunge verticalità al combattimento. State attenti però, perché i nemici in possesso di armi a distanza cercheranno di tirarvi di nuovo a terra, infliggendovi per giunta un danno maggiore. Ricordatevi che questo però vale anche per i nemici: se colpite un avversario in aria, subirà un buon quantitativo di danno extra!

I colpi mortali possono ripristinare la resurrezione

Sekiro è in grado di rialzarsi, durante una battaglia, anche dopo la morte. Inizialmente sarete in grado di risorgere una sola volta fino a che non vi riposerete presso un Idolo dello Scultore – ma avete anche un secondo slot che può essere caricato abbattendo nemici.

Il modo più veloce di farlo è tramite i Colpi Mortali. La resurrezione consumerà per primo sempre lo slot acquisito durante il riposo presso un’Idolo dello Scultore, per poi passare al secondo.

Come potrete notare poi, dopo essere resuscitati una seconda volta, lo slot rimarrà grigio anche se completamente carico. Per sbloccarlo nuovamente dovrete eseguire ancora qualche Colpo Mortale.

Effetti visibili dell’Aiuto Divino

La morte è una componente essenziale di Sekiro, così come di Dark Souls e Bloodborne: aspettatevi di lasciarci le penne molte volte. Ad ogni modo, le regole sono cambiate: perderete solo metà dei punti esperienza che vi separano dal successivo punto abilità, assieme a metà dei Sen accumulati. In più, non potrete recuperare queste cose dopo la morte.

L’unica vostra possibilità certa di evitarlo è risorgendo in battaglia – ma potreste anche ottenere il favore di qualche entità superiore. C’è la possibilità che, al vostro risveglio presso all’Idolo dello Scultore, non perdiate nulla grazie all’Aiuto Divino – inizialmente pari al 30%.

Tuttavia, continuando a morire, potreste scoprire che il vostro ciclo di vita e morte ha cominciato a influenzare le persone che avete conosciuto – con un male noto come Mal del Drago. Più farete diffondere questa piaga, tanto più si abbasserà la percentuale di Aiuto Divino, impedendovi inoltre di proseguire nelle varie quest personali.

La prima comparsa del Mal del Drago dimezzerà sempre la vostra probabilità di Aiuto Divino, e ogni Essenza che riceverete l’abbasserà di un ulteriore 2%, fino a un minimo di 5%. Ma non temete: una volta che il male avrà contagiato un po’ di persone, Lady Emma elaborerà un piano per una cura temporanea (che sfrutta un particolare oggetto consumabile) che ripristinerà la vostra percentuale di Aiuto Divino al 30%.

Non tutti i mini boss bloccheranno il vostro avanzamento

In Sekiro, i mini boss sono creature più potenti dei comuni nemici che incontrerete andando in giro. Spesso li troverete isolati, pronti a darvi del filo da torcere – in genere richiedono due o più Colpi Letali per essere abbattuti.

Cercate di esplorare a fondo i dintorni dell’area in cui si trovano questi nemici. Alcuni di questi, come l’Ogre Incatenato nei Dintorni di Ashina, saranno accompagnati da muri di nebbia che bloccheranno il vostro avanzamento finché non li avrete sconfitti.

Altri, come i primi Generali che incontrerete, possono essere del tutto evitati se non vi sentite pronti per la sfida. C’è da dire però che affrontarli è sempre l’opzione migliore, poiché gli oggetti da loro lasciati a terra sono pressoché l’unico modo di aumentare il vostro potenziale – vi permettono, ad esempio, di aumentare la vostra Vitalità e la vostra Postura.

L’altro impatto positivo di sconfiggere un mini boss è che, nella maggior parte dei casi, non riappariranno una volta abbattuti. Questo vuol dire che, anche dopo esservi riposati presso un Idolo dello Scultore, non ricompariranno più a tormentarvi.

Potete ottenere un considerevole vantaggio contro alcuni mini boss

La maggior parte dei mini boss che se ne vanno a zonzo per la mappa si comportano come i nemici normali. Questo si traduce nella possibilità di infliggergli Colpi Mortali se colti di soppiatto.

Potrete cogliere di sorpresa in questo modo molti dei mini boss, garantendovi un ottimo vantaggio contro di loro, permettendovi di rompere una volta in meno la loro postura – rendendo lo scontro molto più semplice.

Tuttavia, probabilmente non potrete ripetere questo espediente contro lo stesso mini boss perché, quando questi nemici smettono di correre dietro al giocatore, cominciano a rigenerare immediatamente la loro barra della vita.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali