FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Need for Speed Heat, un videogioco di corse per gli amanti della cultura underground

Electronic Arts e Ghost Games ci portano tra le strade di Palm City, tra corse legalizzate e fughe dalla polizia

Need for Speed Heat

Con Need for Speed Heat, Electronic Arts continua a inseguire il sogno di riportare in auge la sua saga di videogiochi di guida, diventata estremamente popolare nelle scorse due generazioni e lentamente passata in secondo piano con l'avvento di produzioni più moderne e, se vogliamo, innovative. Il nuovo gioco di guida arcade, sviluppato ancora una volta da Ghost Games, cerca di riportare i fan della serie ai tempi di Underground e Most Wanted, due tra i capitoli più amati di sempre, proiettandoli all'interno di una sceneggiatura che sa di Fast & Furious e ambientata all'interno di Palm City, una città dalla duplice anima.

Una città ispirata a Miami caratterizzata dal contrasto tra le gare in diurna, legalizzate e proposte nella cornice del Speedhunter Showdown, e quelle in notturna, rigorosamente clandestine e caratterizzate da feroci inseguimenti tra corridori e polizia. Need For Speed Heat è un tentativo da parte di Ghost Games di riconciliarsi con i fan inserendo gli elementi di maggior successo degli episodi più iconici, il meglio che la serie ha saputo produrre nel corso degli anni. Lo fa proponendo una città ricca di cose da fare, forse anche troppo.

 

PROVA A PRENDERMI - L'aria che si respira in quel di Palm City non è delle migliori: la polizia dà la caccia ai piloti che corrono illegalmente per le strade della città, braccando chiunque osi violare le regole. Alcuni corridori sono costretti ad abbandonare la città, lasciando spazio a nuove figure come il giocatore, che dovranno costruirsi una reputazione a bordo della sua vettura. Il pretesto narrativo non è dei più originali, ma fortunatamente non è l'elemento principale di Heat.

 

 

Il nuovo Need for Speed è prima di tutto un gioco in cui si guida, muovendosi senza limitazioni in una città completamente esplorabile. Ed ecco allora che la guida passa in primo piano, con un sistema di tuning che torna prepotentemente ispirandosi a quello di Underground: per sbloccare nuovi pezzi servirà completare le gare e farsi un nome, ottenendo così dei crediti da spendere per la personalizzazione. Il mantra è chiaro: durante il giorno potrete correre per guadagnare denaro, di notte invece guadagnerete reputazione. Le due parti del gioco sono complementari, perché con l'una avrete accesso a nuovi elementi che, senza l'altra, non potreste permettervi.

 

E così, la duplice anima di Need for Speed Heat ci accompagna tra corse legalizzate sotto al sole, all'interno di circuiti cittadini, e inseguimenti spericolati in cui le forze di polizia non si fanno problemi a sganciare una sportellata. Il tutto è accompagnato da una narrazione che fatica a farsi apprezzare, ma che fortunatamente si poggia su una struttura delle missioni ben riuscita e caratterizzata da alcune gare molto avvincenti, che portano a esplorare una Palm City curata nei minimi particolari e sorprendentemente varia. Se tutto funziona, è certamente grazie al modello di guida, che può vantare una fisicità delle auto e un sistema di derapata efficace, che contribuisce certamente a mantenere elevata l’ottima sensazione di velocità.

 

 

Ghost Games è riuscita dunque a non banalizzare l'anima prettamente arcade, diversificando anche i quattro stili di elaborazione (fuoristrada, corse, derapata e street) in modo estremamente percettibile e supportato da un'intelligenza artificiale sempre molto competitiva, che innalza il tasso di sfida e rende ogni gara stimolante.

 

TROPPA CARNE AL FUOCO - Fin qui tutto bene, se non fosse che trascorsa qualche ora in compagnia di Heat, il nuovo Need for Speed sembra cedere il passo a causa di una progressione non certo eccezionale. Palm City, come dicevamo, è una città davvero enorme, tuttavia a un certo punto si avverte che le attività iniziano a essere troppe, tra missioni principali, con requisiti obbligatori (come, banalmente, la vittoria) e attività secondarie per accumulare crediti o incrementare la propria reputazione. Inizialmente queste due componenti viaggiano di pari passo, ma all'improvviso la mole di attività da completare per progredire diventa innaturale, con la parte diurna troppo carica di attività poco stimolanti.

 

 

Si tratta di un chiaro pretesto per spingere i giocatori a sperimentare maggiormente le gare notturne e accumulare reputazione: gli inseguimenti con la polizia moltiplicano i punti, ma per portarli effettivamente a casa è necessario tornare al garage sani e salvi. Di notte il ritmo diventa dunque frenetico e passa senza soluzione di continuità da una gara a un inseguimento. Proprio questa alternanza nel ritmo rende difficile valutare bene, nel complesso, un gioco come Need for Speed Heat. Nel tentativo di essere apprezzato sia da chi ha amato Most Wanted e Underground che da coloro che, invece, si sono trovati a proprio agio con gli episodi più recenti, Ghost Games ha proposto di tutto un po', senza tuttavia assumere un’identità precisa.

 

Ed è un peccato, perché magari focalizzandosi su un singolo aspetto e cercando di investire maggiormente su una trama più originale e meno telefonata, il risultato finale sarebbe stato certamente più apprezzabile. Il gameplay è divertente, il modello di guida stimolante e anche competitivo, se vogliamo. Il tuning farà la gioia di chi ama dar vita a bolidi fuori di testa, ma per il resto, nonostante l'incredibile varietà, ciò che manca è un sistema di progressione efficace che spinga a completare le innumerevoli attività previste da Electronic Arts e Ghost Games lungo le strade di Palm City.

 



Come lo abbiamo giocato

Abbiamo giocato a Need for Speed Heat su Xbox One X grazie a un codice fornito dal distributore, portando a termine la campagna prima di lasciarci andare all'esplorazione di Palm City e al completamento di alcune quest secondarie.


Può piacere a chi…
… ama i giochi di guida e le città sconfinate
… passerebbe ore e ore a personalizzare i propri bolidi
… vuole vivere il brivido dell'inseguimento

Potrebbe deludere chi…
… preferisce le esperienza di guida simulative
… non ama giocare a guardie e ladri
… spera in una storia avvincente e ben realizzata

Need for Speed Heat è un gioco consigliato ai maggiori di 16 anni.
 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali