FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Super Mario Bros. arriva su Commodore 64 grazie a un fan, Nintendo corre ai ripari

Lʼazienda blocca la distribuzione della riproduzione del suo capolavoro, realizzata dal programmatore ZeroPaige

Super Mario Bros. arriva su Commodore 64 grazie a un fan, Nintendo corre ai ripari

Qualche giorno fa, l'utente ZeroPaige, grande appassionato dei classici Nintendo ed esperto programmatore dello storico Commodore 64, ha lanciato una riproduzione pressoché perfetta di Super Mario Bros. sul computer lanciato da Commodore negli anni '80.

ZeroPaige aveva impiegato ben sette anni della sua vita per portare a termine il progetto, ottenendo risultati sbalorditivi. La qualità era infatti talmente elevata da attirare l'attenzione dei fan più accaniti di Commodore 64, che hanno iniziato a condividere la notizia e aumentare esponenzialmente la diffusione del gioco.

Come spesso accade, con la sua crescente diffusione il progetto ha attirato l'attenzione della stessa Nintendo, che è intervenuta per bloccarne la distribuzione.

Dopo soli quattro giorni dal lancio, la versione Commodore 64 di Super Mario Bros. è sparita dai radar, dopo che la casa di Kyoto ha forzato qualsiasi sito avesse caricato il gioco a eliminarli dalle proprie pagine per evitare possibili sanzioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali